Excite

Egitto, Eni scopre giacimento gigantesco di gas: "Riserve per decenni", boom del titolo in Borsa

  • Twitter @africarivista

Un forte balzo del titolo in Borsa ha salutato stamattina la notizia, rimbalzata dall’Egitto in Italia nel giro di poche ore, della scoperta del giacimento gigantesco di gasa messa a segno dall’Eni nel mar Mediterraneo presso il sito di Zohr.

Patrimonio archeologico a pezzi, la furia dell'Isis sull'antica Palmira

Si tratta di una svolta, quella certificata oggi dal boom del titolo a Piazza Affari, che potrebbe cambiare le sorti di un intero continente (il Nord Africa) grazie alla straordinaria opera dei ricercatori che recentemente avevano trovato in Mozambico un altro ricco “tesoro” di energia destinato a incidere positivamente sulla domanda internazionale in una fase critica per i mercati.

Il giacimento “supergiant” venuto alla luce nell’offshore dell’Egitto rappresenta un unicum nella storia delle scoperte mondiali di gas, essendo di una grandezza da record: nell’area denominata “Zohr” l’Eni detiene la totalità dei diritti di esplorazione e le risorse calcolate dai tecnici, fisici e ingegneri nel mar Mediterraneo si aggirano intorno alla ragguardevole cifra di 850 miliardi di metri cubi.

(Eni in Egitto, 60 anni di presenza della società italiana: una storia di successi)

I numeri in possesso della società italiana (10 miliardi di dollari, monetizzabili in un paio di anni secondo le stime circolate in giornata) confermano a pieno il valore dell’investimento in cantiere e aprono le porte ad un salto di qualità importante per un settore da anni alle prese con crisi e fibrillazioni costanti.

La domanda di gas in Egitto dovrebbe trovare per diversi decenni una soddisfazione pressoché totale nel giacimento di Zohr, che sembra poter arrivare fino a una copertura del 55% delle risorse trovate in giro per il mondo dal 2005 ad oggi.

Forte di questo “colpo grosso” di portata storica, il gruppo tricolore dell’energia ha segnato un balzo significativo a Piazza Affari arrivando ad attestarsi come miglior titolo in Borsa dell’indice FTSE Mib a metà mattinata, con una performance di gran lunga superiore rispetto alle compagnie petrolifere del Vecchio Continente.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017