Excite

Emergenza rifiuti, ispettori Ue: 'Napoli come due anni fa'

L'emergenza rifiuti a Napoli si fa sempre più critica, sono oltre 3 mila le tonnellate di rifiuti che invadono la città e otto mila solo nella provincia. Roberto Saviano a 'Vieni via con me', ieri sera, ha inquadrato la situazione dell'ecomafia, che ha guadagnato 20 miliardi di euro, solo quest'anno, sulla 'monnezza'.

Video Saviano a Vieni via con me sui rifiuti a Napoli

In questa situazione sono tornati gli ispettori dell'Unione Europea che hanno trovato una situazione identica a due anni fa. Pia Bucella, a capo della delegazione, ha fotografato l'emergenza: 'Dopo due anni, la situazione non è molto diversa. I rifiuti sono per le strade e non c’è ancora un piano di trattamento e gestione della differenziata'.

Dopo aver fatto varo sopralluoghi e aver incontrato l’assessore all’Ambiente della Regione Campania, Giovanni Romano, Pia Bucella ha aggiunto: 'Abbiamo parlato per tre ore della problematica relativa alla sentenza della Commissione europea del 4 marzo che ha condannato l'Italia per non aver realizzato una rete integrata di trattamento dei rifiuti in Campania per non aver avviato lo smaltimento del pregresso, le cosiddette ecoballe, gli ispettori hanno pero' ribadito che questa volta non si accontenteranno solo della presentazione del piano ma vogliono che sia implementato. Inoltre dobbiamo garantire che la nuova direttiva sui rifiuti, che entra in vigore il 12 dicembre prossimo e che l'Italia ha già recepita, sia pienamente rispettata'.

I poteri per risolvere la questione dei rifiuti è adesso in mano al Presidente della Regione Stefano Caldoro, che aspetta il decreto del Governo per attivare nuove iniziative prima che si aggravi la situazione, soprattutto prima che si metta a rischio la salute dei cittadini.

 (foto © lapresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017