Excite

Emilia, lo Stato decide: "Stop proroga pagamenti"

"Le aziende dell'Emilia sono veramente in ginocchio. Avrebbero bisogno non solo del rinvio nei pagamenti delle tasse, bensì di maggiori possibilità di accesso al credito e di aiuti diretti da parte dello Stato. Una proroga degli adempimenti fiscali è il minimo che si può fare". Ha commentato così Giuseppe Bortolussi, presidente della Cgia di Mestre, a ilsussidiario.net la decisione dell'Agenzia delle Entrate di non concedere un ulteriore differimento nel versamento dei tributi dovuti allo stato ai terremotati dell'Emilia (e della Lombardia e del Veneto). Una presa di posizione contro la quale ha annunciato battaglia il presidente della Regione, Vasco Errani (leggi la news), che però allo stato attuale sta gettando nello sconforto, quando non nel panico, moltissime persone, che "non hanno né il tempo fisico, né le risorse per versare i tributi", dice ancora Bortolussi, concludendo: "Il terremoto è stato un cataclisma che ha creato problemi a molte aziende. Pensi a quelle dell’alimentare e del vino, per esempio. Oltretutto ora con la siccità i problemi aumentano. E non dobbiamo dimenticare che dietro a queste aziende ci sono centinaia di migliaia di dipendenti. Se le imprese non riprendono, la situazione si aggraverà con la disoccupazione". Nel video, il crollo in diretta sulla piazza di Sant'Agostino.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017