Excite

E' morto Don Gelmini, addio al fondatore della Comunità Incontro: aveva 89 anni

  • Youtube

Il fondatore della comunità di recupero per ragazzi tossicodipendenti Incontro, Don Pierino Gelmini, è morto stanotte dopo un lungo periodo di malattia trascorso ad Amelia con l’assistenza dei suoi più stretti collaboratori.

Berlusconi e Don Gelmini, amicizia e sintonia politica di vecchia data

Amico dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e noto all’opinione pubblica per la longeva attività di volontariato svolta e coordinata in diverse zone d’Italia e anche all’estero, l’ex presbitero (dimesso dallo stato clericale nel 2008) aveva conosciuto negli ultimi anni l’onta di una vicenda giudiziaria imbarazzante, innescata per alcune denunce in sede penale presentate nei suoi confronti da ospiti della comunità di Molino Silla.

Le accuse, confluite in un procedimento che vedeva Don Gelmini alla sbarra per violenza e molestie a sfondo sessuale, erano ancora pendenti ma le udienze in programma avevano subito uno stop a luglio del 2014 per via del peggioramento delle condizioni di salute dell’imputato.

Una consulenza legale, svolta dal Dottor Michele Moretti per conto del tribunale competente, aveva infatti stabilito che il fondatore di Incontro era ormai impossibilitato, in quanto malato, ad “esercitare il necessario diritto all’autodifesa nei termini richiesti dalla legge, ai fini di una “cosciente partecipazione” alle attività processuali che lo riguardavano.

(Le vie d'uscita dalla tossicodipendenza: testimonianze dalla comunità Incontro)

A tale scopo l’autorità giudiziaria aveva anche provveduto, prendendo atto della perizia, a disporre il rinvio dell’udienza del processo a carico di Don Gelmini avvisando le parti del prossimo appuntamento in aula nella data del 4 marzo 2015.

Politicamente vicino all’area del centrodestra, in ottimi rapporti col leader di Forza Italia-Popolo della Libertà, il coordinatore nazionale delle comunità di recupero del gruppo Incontro aveva conosciuto lunghi periodi di esposizione mediatica, schierandosi apertamente su temi come la lotta alla tossicodipendenza (ferma la sua contrarietà alla legalizzazione delle droghe leggere) e la convivenza tra confessioni religiose non senza prese di posizione nette e radicali.

Le disavventure legali degli ultimi anni, terminate solo adesso con la scomparsa del diretto interessato, hanno contribuito in misura non trascurabile alla parabola discendente del fondatore di Incontro, uscito di scena silenziosamente e spentosi tra le mura di una delle sue comunità lontano dai riflettori.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017