Excite

Energia a basso costo, si torna a parlare di fusione fredda

Sono trascorsi 20 anni da quando due chimici dell'università dello Utah, Martin Fleischmann e Stanley Pons, hanno comunicato di aver scoperto un modo per generare energia pulita e a basso costo. La fusione fredda. Il fenomeno è stato a lungo contestato, ma ora si torna a parlarne.

Secondo i due chimici americani bastava immergere una barretta di palladio in una cella elettrolitica riempita di acqua pesante, con deuterio al posto dell'idrogeno, per vedere scaturire un eccesso di energia. Ma i due chimici non hanno fornito tutti gli elementi necessari per ripetere l'esperimento e centinaia di ricercatori, che hanno tentato di ripetere il fenomeno, hanno raggiunto risultati contraddittori. Così alcuni scienziati dell'Istituto di tecnologia della California (Caltech) hanno deciso di organizzare un'istruttoria scientifica. La sentenza che ne è scaturita ha affermato l'inesistenza del fenomeno. Per alcuni si sarebbe trattato di frode scientifica.

Ora alcuni ricercatori americani sostengono di aver ripetuto con successo gli esperimenti di Fleischmann e Pons e di aver visto le prove che si tratta di una reazione di fusione nucleare a bassa energia. Gli scienziati si sono riuniti a Salt Lake City, al congresso dell'American Chemical Society dedicato a "New Energy Technology", e qui hanno parlato di quanto da loro verificato.

Pamela Mosier-Boss, chimica del U.S. Navy's Space and Naval Warfare Systems Center (SPAWAR) di San Diego (California), ha annunciato di aver ottenuto la prova dell'esistenza della fusione fredda e la prova che si tratta di un processo nucleare. Dal processo, infatti, scaturirebbero tanti proiettili nucleari, i neutroni. La ricercatrice ha spiegato che in questo esperimento la cella elettrolitica contiene deuterio mescolato a cloruro di palladio e gli elettrodi sono fatti con fili di nikel o di oro. Ma al convegno di Salt Lake City si è anche voluto precisare che il termine adatto per il fenomeno non è fusione fredda, ma LENR, acronimo di Low Energy Nuclear Reactions (reazioni nucleari a bassa energia).

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016