Excite

Entro 20 anni il sesso non sarà più necessario per procreare

  • Google +

La previsione sembra un tantino apocalittica ma Henry Greely, illustrissimo professore dell'Università di Stanford mica un opinionista della tv del pomeriggio, ne è sicuro: "Entro 20 anni non ci sarà più bisogno di fare sesso per procreare. I figli si genereranno in laboratorio, con metodi innovativi e diversi rispetto a quelli attuali".

Fecondazione in vitro: donna partorisce a 63 anni

Vi sono venute in mente scene tratte da un qualunque film di Steven Spielberg o con Will Smith? Beh, stavolta potrebbe essere vero. Il professorone, infatti, nel suo libro dal titolo agghiacciante ("The end of sex and the future of human reproduction"), spiega con dovizia di dettagli, come funzioneranno le cose da qui al 2036. Fare sesso diventerà solo una pratica ludica ma sarà poco finalizzato alla procreazione. Quando una coppia deciderà di avere un figlio andrà in laboratorio. Lui donerà un campione di sperma, lei un pezzo di pelle che verrà utilizzata per creare delle cellule staminali che genereranno embrioni

Il bambino potrebbe essere del tutto personalizzabile e accessoriato come si vuole, come un'automobile. Gli embrioni saranno infatti divisi in 4 categorie. Le prime due indicheranno la presenza di malattie più o meno gravi, la terza indicherà ciò che concerne l'aspetto fisico mentre la quarta sarà deputata alle caratteristiche comportamentali. Anche se, precisa il prof., "questo sarà un campo ancora limitato".

Si tratta solo di una tesi, anche se sostenuta da numeri e studi. Il professor Greely, in ogni caso, non ne parla in modo drammatico, anzi. In questa speciale procreazione in vitro vede delle possibilità che vanno estese, non solo alle coppie dello stesso sesso ma anche a quelle eterosessuali. Sarà, ma la cosa continua ad essere leggermente inquietante.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017