Excite

Erika De Nardo oggi: "La gente mi riconosce e mi tormenta"

  • Facebook

Sono passati undici anni dall'omicidio di Novi Ligure che sconvolse l'Italia intera: Erika De Nardo ha scontato la sua pena ed è tornata in libertà, ma il peso di quel delitto cruento ed inspiegabile continua a tormentare la sua esistenza.

Erika De Nardo cena con il papà e la sua nuova compagna

Nel 2001, insieme all'allora fidanzatino Omar Favaro, uccise la madre Susanna e il fratellino Gianluca di undici anni con 97 coltellate: per l'opinione pubblica è inevitabile che il suo nome sia sempre collegato a quel gesto efferato compiuto da due ragazzini poco più che adolescenti, anche se oggi la De Nardo cerca di rifarsi una vita.

Erika torna in libertà e attacca Omar: "Viscido speculatore"

Intervistata da La Stampa, la giovane ha raccontato com'è la sua vita oggi. Erika ha 29 anni, vive a Brescia, in una villetta a schiera, non ha un vero e proprio impiego, anche se aiuta la titolare di una selleria: "Non è un lavoro vero, non posso lavorare e guadagnarmi da vivere come gli altri". I suoi vicini di casa conoscono la sua storia e l'hanno accolta come una normale inquilina, ma il passato torna inevitabilmente a bussare alla sua porta.

Erika De Nardo libera, parla il responsabile di Exodus

"Non ne posso più, c'è sempre qualcuno che mi riconosce e mi tormenta, non posso lavorare" dice la De Nardo a La Stampa. Di passi in avanti ne ha fatti molti negli ultimi anni: si è laureata il Lettere e Filosofia con il massimo dei voti quando era ancora in carcere, poi è stata accolta alla comunità Exodus di don Mazzi, con cui è ancora in contatto, nel periodo di recupero dopo la galera.

Il perdono più importante l'ha ottenuto, quello di suo padre: l'uomo che nella strage di Novi ha perso moglie e figlio non ha abbandonato Erika al suo destino, anzi, ha manifestato l'intenzione di ricostruire un rapporto con lei. La gente però continua a ricordarla come la ragazza della coppia "Erika ed Omar" e ad associarla a quel delitto sconvolgente: "Non riesco a tenermi un lavoro per colpa della gente che mi riconosce e mi tormenta".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017