Excite

Esiste l'aldilà? Per il neurochirurgo Eben Alexander sì

  • YouTube

La notizia è di quelle destinate a sollevare un polverone. Eben Alexander, affermato neurochirurgo di Harvard, ha infatti scritto un libro in cui afferma che l'aldilà esiste, portando come prova la l'esperienza di pre-morte da lui stesso vissuta durante il coma provocatogli da una meningite batterica da Escherichia Coli. "Ero in un posto fatto di nuvole. Grandi, morbide, bianche e rosa, stagliate contro un cielo blu scuro come la notte" racconta il medico e: "Più in alto delle nubi - incommensurabilmente più in alto - stormi di esseri luminosi lasciavano dietro di sé una scia altrettanto lucente".

"Il Paradiso esiste, l'ho visto", la testimonianza di Eben Alexander

Una descrizione dell'aldilà come se ne possono leggere e sentire tante, ma che detta un luminare delle neuroscienze - che tra l'altro si è sempre professato scettico sull'argomento - acquista un valore decisamente diverso. Non a caso, infatti, la celebre rivista americana Newsweek ha scelto di dedicare proprio alla storia e al libro di Alexander, Proof of Heaven (La prova del Paradiso), la copertina del suo ultimo numero e un lungo approfondimento all'interno.

Dopo essersi svegliato una mattina con un malditesta lancinante, il neurochirurgo viene ricoverato d'urgenza in uno degli ospedali dove lavora, il Lynchburg General Hospital, in Virginia, e qui gli viene diagnosticata l'infezione da Escherichia Coli. Alexander entra in coma e per sette giorni le TAC e le visite neurologiche alle quali è sottoposto con continuità mostrano la totale inattività della neocorteccia del suo cervello. Le aree dell'apprendimento, del linguaggio e della memoria sono completamente spente, eppure il medico 'vede' un mondo le cui strade sono milioni di farfalle dai colori sgargianti e dove una giovane dai capelli biondi e gli occhi azzurri comunica con lui senza parlare e gli dice: "Ti faremo vedere molte cose qui. Ma alla fine tornerai indietro".

Un 'copione' che ricorda molto da vicino quello di celebri film, come Al di là dei sogni, con Robin Williams, e il più recente Hereafter, di Clint Eastwood, che affronta proprio i temi delle esperienze di pre-morte e dell'interrogativo su un 'qualcosa' dopo la vita. Il fatto che però Alexander sia uno scienziato e che lui stesso mantenga un certo 'scetticismo' nel raccontare la sua esperienza sta scatenando la curiosità dei media e della rete. "Mi rendo conto di quanto il mio racconto suoni straordinario, e francamente incredibile" ha dichiarato infatti il neurochirurgo, aggiungendo che se "qualcuno, persino un medico" gli avesse raccontato questa storia, un tempo non gli avrebbe creduto. Eppure, "quanto mi è capitato è reale, quanto e più dei fatti più importanti della mia vita, come il mio matrimonio o la nascita dei miei due figli". Preziosa testimonianza o abile campagna pubblicitaria per la prossima uscita del libro, in vendita a partire dal 23 ottobre?

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017