Excite

Esplode cassaforte, muore ladro: trappola del complice

  • YouTube

L'episodio è avvenuto lo scorso 25 novembre a Dicomano, in provincia di Firenze, e la notizia - dopo essere stata rilanciata in breve dalle edizioni locali dei vari quotidiani - sarebbe stata destinata a essere archiviata come un tentativo di furto finito tragicamente, se non fosse che analizzando le immagini di una telecamera di sorveglianza i carabinieri si sono convinti che l'esplosione della cassaforte costata la vita a Massimo Trovò non sia stata accidentale.

Le immagini della telecamera di sorveglianza: il video dell'esplosione

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, infatti, Trovò e un complice la sera del 25 entrano nella Coop di Dicomano con l'intenzione di far esplodere la cassa continua e rubare gli incassi del supermercato. Come si vede nei filmati in possesso dei carabinieri, i due forzano la porta e poi si dirigono entrambi alla parete dove è murato l'armadio blindato: uno posiziona l'esplosivo sulla cassaforte e l'altro srotola il filo al quale è attaccato un rudimentale innesco, realizzato con una batteria da moto.

Da quello che si capisce nel video, Trovò è la persona che sistema la carica, mentre il complice è quella che deve farla brillare. Solo che l'esplosione - fortissima - avviene improvvisamente, mentre Trovò è ancora vicino alla cassa continua. L'uomo rimane ucciso e a quel punto accade una cosa che i carabinieri giudicano "sospetta": anziché prestare soccorso al compagno, il complice butta subito a terra il detonatore e scappa. Vero, farsi trovare sulla scena di un crimine non è mai cosa saggia, ma per gli investigatori nel comportamento dell'uomo c'è un'urgenza che farebbe pensare più che a una reazione di paura a una fuga premeditata.

E dunque i carabinieri oggi si chiedono se l'incidente sia stato causato da "errore o imperizia" o, piuttosto, non non si sia trattato di una trappola ben architettata "per eliminare un complice scomodo". L'atteggiamento dell'uomo misterioso infatti "desta forti dubbi sulle sue reali intenzioni" e per questo gli investigatori hanno deciso di rendere pubbliche le immagini catturate dalle telecamere di sorveglianza dentro al supermercato per cercare di trovare il 'fuggitivo'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017