Excite

Esplode fabbrica fuochi d'artificio nel frusinate, sei morti

  • LaPresse

Sui monti di Arpino, in località Carnello, in provincia di Frosinone, nel primo pomeriggio di ieri è esplosa la fabbrica di fuochi d'artificio 'Cancelli'. Sono state quattro le violente esplosioni che hanno provocato la morte di sei persone, del titolare, Claudio Cancelli; dei suoi due figli, Giovanni e Giuseppe; e di tre operai. In seguito alla prima esplosione, avvenuta alle 14.45, sono subito morti i titolari dell'azienda. Il sindaco di Arpino, Bruno Vano, ha proclamato il lutto cittadino per il giorno dei funerali. Il lutto verrà osservato anche a Veroli, Fontana Liri e Sora.

L'area dove si trova la fabbrica è stata sequestrata dai carabinieri del Noe di Roma e per l'intera notte Vigili del fuoco, Protezione Civile e Forestale hanno lavorato senza sosta. Nella violenta esplosione sono stati distrutti due dei tre capannoni della fabbrica. Sono ancora da stabilire le cause della strage, ma secondo una delle ipotesi potrebbe essere stata causata da errore nella miscelazione delle polveri. Sulla strage la Procura di Frosinone ha aperto un'inchiesta.

Attraverso una nota Fulvio Giacomassi, segretario confederale della Cisl, ha fatto sapere: 'Nell'unirci con unanime cordoglio e vicinanza al dolore dei familiari delle vittime, la Cisl confederale richiama la necessità di non abbassare mai l'attenzione sulla sicurezza e salute nei posti di lavoro, soprattutto nelle piccole aziende e nello specifico in quelle con lavorazioni e materiali rischiosi'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017