Excite

Esplode raffineria in Venezuela, 19 morti

  • YouTube

E' di 19 morti e 53 feriti il bilancio - si teme provvisorio - dell'esplosione della raffineria di petrolio e gas naturale di Amuay, una delle più grandi del Venezuela. A provocare lo scoppio una fuga di gas, almeno stando a quanto dichiarato alla televisione locale dal ministro dell'Energia Rafael Ramirez: "C'è stata una fuga di gas che ha causato una significativa esplosione: ci sono stati notevoli danni alle infrastrutture e alle case di fronte alla raffineria".

Le prime immagini dell'esplosione, il video

Le autorità escludono il rischio di un secondo scoppio, ma intanto gli uomini delle squadre di emergenza hanno immediatamente provveduto ad evacuare le zone circostanti, per creare una cortina di sicurezza. Gravemente danneggiata l'area di Judibana e una caserma della Guardia Nazionale che si trova in prossimità della raffineria.

Per evitare rischi e facilitare le operazioni di spegnimento delle fiamme, le autorità hanno deciso di fermare le forniture di carburante nell'impianto, dal quale si levano colonne di fuoco "molto alte perché stanno bruciando gli idrocarburi dello stabilimento", ha spiegato ancora Ramirez, ribadendo comunque che il complesso è stato messo in sicurezza.

L'esplosione è avvenuta questa mattina all'1 (le 7 in Italia), dopo che il personale presente in loco aveva avvertito odore di gas e aveva deciso di intervenire con estintori a schiuma ignifuga per impedire che il carburante fuoriuscito prendesse fuoco. Una procedura definita dai sindacati "altamente irregolare", oltre che inutile. Il boato dello scoppio è stato avvertito fino a 10 Km di distanza dall'impianto e ha causato un'onda d'urto violentissima.

La raffineria di Amuay, che si trova nello stato di Falcòn, a circa 350 Km da Caracas, produce più di 640 mila barili di greggio al giorno e fa parte del gruppo Paraguana Refining Center, uno dei maggiori al mondo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017