Excite

Fabrizio Corona condannato a 5 anni per estorsione a Trezeguet

  • Getty Images


Update
Fabrizio Corona è irreperibile. Gli uomini della Digos che dovevano eseguire l'ordine di arresto del Tribunale di Torino non lo hanno infatti trovato nella casa di via De Cristoforis, a Milano, dove vive. Gli agenti lo hanno aspettato a lungo e poi in serata se ne sono andati. Da quello che si apprende la ricerca dell'ex fotografo dei vip è serrata: Corona infatti dovrebbe scontare circa 7 anni cumulativi di pena, senza alcun tipo di facilitazione. Che la reazione del fondatore di Social Channel a un'eventuale condanna potesse essere la fuga gli uomini della Digos se lo aspettavano, come confermano i poliziotti davanti alla sua abitazione ieri mattina, in attesa della sentenza, e le parole dettegli da uno di loro: "Signor Corona, mi raccomando non faccia scherzi". Lui li avrebbe rassicurati, poi sarebbe andato in palestra (in corso Como) e a quel punto avrebbe fatto perdere le proprie tracce.

Cinque anni di reclusione per estorsione aggravata e trattamento illecito di dati personali. La Seconda sezione penale della Suprema Corte non ha concesso sconti a Fabrizio Corona per la vicenda del ricatto a David Trezeguet, l'ex calciatore della Juventus al quale il fotografo dei vip nel 2006 chiese 25 mila euro per non pubblicare alcuni scatti che lo ritraevano con una ragazza. Anzi, ha convalidato la richiesta di inasprimento della pena formulata dalla Corte d'appello di Torino il 16 gennaio 2012.

Fabrizio Corona a Fratelli d'Italia di Cristina Parodi: "Non sono un mito"

La condanna a 5 anni è definitiva ed è decisamente più severa rispetto a quella di 3 anni e 4 mesi di reclusione decisa in primo grado dal Tribunale di Torino, il 12 marzo 2010, ma su questo punto è apparso subito chiaro che la posizione del rappresentante della Procura della Suprema Corte, Sante Spinaci, non sarebbe stata accomodante: il magistrato infatti ha chiesto, ottenendolo, il rigetto del ricorso avanzato dai legali di Corona, Giuseppe Lucibello e Franco Coppi.

Ora, dunque, per l'ex fotografo dei vip potrebbero aprirsi le porte del carcere. Corona infatti già lo scorso ottobre era riuscito a evitare la prigione grazie al suo impegno come imprenditore e manager e, ancora di più, al "valido legame" con la mamma, signora Gabriella, riconosciutogli dal Tribunale di sorveglianza di Milano. Allora però la situazione era diversa, perché l'ammontare complessivo della pena inflitta a Corona era inferiore a 3 anni (1 anno e 5 mesi per tentata estorsione più 2 per spendita di denaro falso), limite oltre il quale scatta la detenzione in carcere.

Fabrizio Corona ai servizi sociali: decide il legame con la mamma

Questa volta invece la condanna del fondatore di Social Channel è di 5 anni tout court e dunque viene a decadere uno dei principali presupposti per richiedere l'affidamento in prova ai servizi sociali. L'ex fotografo dei vip, inoltre, è stato interdetto dai pubblici uffici e dovrà pagare una multa di 1.000 euro. La sentenza della Suprema Corte pone fine alla vicenda dei foto-ricatti ai vip venuta a galla nell'ambito dell'inchiesta Vallettopoli condotta dall'allora pm di Potenza, John Woodcock, attualmente in servizio alla Procura di Napoli.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017