Excite

Fabrizio Corona in carcere, Belen se ne frega. Gli avvocati: "Disparità di trattamento"

  • Facebook

Terzo giorni di carcere per Fabrizio Corona a Busto Arsizio, Belen Rodriguez invece cambia look, si fa la tinta ai capelli con tanto di foto postate su Facebook per annunciare al mondo: "Sono diventata mora" (guarda le foto). Non una frase, non una parola (neanche una parolaccia o una cattiveria) sulla vicenda giudiziaria dell'ex fidanzato. La soubrette argentina pensa solo alla gravidanza e si trincera dietro un secco no comment.

Corona rienta in Italia, le foto

La conclusione è semplice: Belen se ne frega di Fabrizio. Secondo il giornalista, Gabriele Parpiglia, amico di entrambi, non è affatto così. Ai microfoni di Verissimo ha raccontato: "Belen quando ha saputo della sentenza che condannava Fabrizio Corona a cinque anni di carcere mi ha chiamato perchè era preoccupata. Poi mi ha detto: "Sai perchè ho lasciato Fabrizio Corona? Perchè avevo già previsto che sarebbe successo tutto questo". Dunque la Rodriguez ha scelto di tacere in pubblico ma in realtà starebbe soffrendo tanro quanto Nina Moric e la madre di Corona che invece hanno manifestato in televisione il loro dolore. Alcuni, i più cattivi, potrebbero dire che Belen ha deciso di troncare la relazione prima del peggio, ma se anche fosse così chi potrebbe darle torto?

Corona in manette, l'arresto in Portogallo

E sono partiti alla carica anche i legali dell'ex fotografo dei vip. Ieri mattina con una lettera aperta pubblicata sul sito Tempi.it l'avvocato Giuseppe Lucibello, secondo legale di Corona, è entrato nel merito dell'intera vicenda processuale in maniera molto dettagliata parlando di "inspiegabile dispartità di trattamento" tra i vari tribunali che si sono occupati del caso.

"Per i giudici di Roma il pagamento di decine di migliaia di euro - continua Lucibello nella sua lettera - per il ritiro di un servizio giornalistico non aveva natura illecita, tant'è che il procedimento è stato archiviato. I giudici di Milano, competenti per sette casi di estorsione tentata o consumata, tra il primo ed il secondo grado, hanno ritenuto di mandare assolto Corona in ben 5 di essi. La condanna, ad un anno e 5 mesi, per i due residui tentativi è intervenuta per l'eccessiva lesività delle foto. Nonostante le decisioni di Roma e Milano, i Giudici di Torino, per un fatto indiscutibilmente analogo a quelli per cui vi èstata assoluzione, hanno ritenuto Corona colpevole condannandolo alla pesantissima pena di 5 anni di reclusione".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017