Excite

Falso allarme bomba al consolato Usa di Milano: sede evacuata, allerta rientrata dopo un'ora

  • Getty Images

Un falso allarme bomba è scattato intorno alle 17:30 al consolato generale degli Stati Uniti a Milano, in via Principe Amedeo: il personale presente in sede è stato fatto evacuare, insieme a quello degli uffici di Radio Montecarlo, che si trovano nello stesso edificio.

A far scattare l'allarme era arrivata una lettera arrivata al consolato milanese in cui si faceva riferimento ad un ordigno. Un foglio con una A cerchiata e la minaccia della presenza di una bomba all'interno del palazzo: è questo il contenuto della lettera, arrivata in mattinata e aperta solo nel pomeriggio, che ha fatto scattare l'allarme. E' stata l'ambasciata americana a Roma, contattata dalla sede lombarda dopo la scoperta della missiva, a decidere di evacuare il consolato.

La scelta dei diplomatici romani, spiegano fonti della sicurezza, sarebbe stata effettuata in applicazione di una procedura specifica e non sarebbe direttamente collegata ad un reale allarme, anche alla luce dell'allerta scattata alle ambasciate in diversi Paesi islamici dopo l'allarme terrorismo di venerdì.

Anche le altre misure di sicurezza sono scattate immediatamente: la circolazione della metropolitana è stata sospesa e le strade adiacenti la sede del consolato sono state chiuse al traffico. Sul posto sono giunti polizia, vigili del fuoco e artificieri: l'allarme è rientrato circa un'ora dopo, in seguito alle verifiche nello stabile.

Nell'edificio sono ubicate anche le sedi di Radio Monte Carlo, Virgin Radio e Radio 105: il personale è stato fatto uscire e trasferito nello stabile adiacente. Per questo, per circa un'ora sono state interrotte le dirette radiofoniche, spiegando il motivo agli scoltatori: "C'è stato un allarme bomba per le sedi diplomatiche Usa di Milano e Roma", hanno spiegato gli speaker una volta tornati in onda.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017