Excite

Fatwa su donne al lavoro: "allattino i colleghi"

Certo è che in più di mille anni di storia la moschea di Al-Azhar non deve essersi mai trovata in mezzo a delle polemiche simili. Già perchè da qualche giorno in Egitto il nome della moschea è sulla bocca di tutti, data la bizzarria della fatwa emessa da due dei maggiori esperti di diritto coranico della sua scuola.

A quanto pare anche in Egitto si fa strada la parità dei sessi e uffici con colleghi di sesso diverso non sono più tanto rari, ma il Corano non prevede che un uomo e una donna possano restare insieme nella stessa stanza senza che tra loro vi siano dei vincoli di parentela, figurarsi poi parlare e collaborare. Come risolvere questo problema?

Durante la vita di Maometto, un ex-schiavo del profeta aveva mantenuto anche da adulto la possibilità di andare in giro liberamente per casa, ciò era un problema per una delle donne della casa. Il profeta suggerì allora alla donna di allattarlo, così l'uomo sarebbe membro della sua famiglia e lei tabù per lui. La donna lo fece e le tensioni tra i due sparirono.

Se funzionava ai tempi del profeta la cosa dovrebbe funzionare anche adesso secondo il capogiurista dell'università di Al-Azhar Attia Izzat. Il problema è che se sei capogiurista nella più importante scuola sciariatica sunnita, quello che dici spesso finisce direttamente nel parlamento egiziano, dove la fatwa è in discussione, ovviamente tra mille polemiche.

E così da mercoledì scorso al parlamento egiziano è in discussione questa proposta di legge, tra le proteste sulle pagine dei maggiori quotidiani nazionali, i Fratelli Mussulmani che sono sul piede di guerra e gli sberleffi della stampa satirica. Izzat intanto tiene duro, allattare un uomo, secondo lui, esclude ogni possibilità di "atti impuri", eppoi per evitare problemi, suggerisce di usare un bicchiere.

a cura di Mucio

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016