Excite

Fecondazione assistita: sì al test pre-impianto

Dopo aver resistito all'assalto di un referendum, la legge 40 sulla fecondazione assistita scricchiola alla prova dei fatti e i suoi fondamenti vengono sempre più intaccati quando dagli astratti teoricismi del testo si passa all'applicazione pratica.

E' di pochi giorni fa la notizia che molte coppie hanno aggirato l'obbligo dell'impianto di tutti gli embrioni prodotti e il conseguente divieto di crioconservazione di quelli soprannumerari tramite diffide legali ai medici che avrebbero dovuto effettuare l'impianto. Oggi, la vittoria di una coppia sarda contro il divieto di diagnosi genetica preimpianto.

Questa la storia: la coppia, funestata da due precedenti aborti, ricorre alla fecondazione assistita, ma entrambi i coniugi sono portatori sani di talassemia e quindi ci sono altissime probabilità che anche l'unico embrione prodotto ne sia affetto. La coppia rifiuta quindi l'impianto e, tramite un ricorso alla Corte Costituzionale chiede di poter effettuare la diagnosi (l'embrione prodotto viene nel frattempo congelato). Questo primo ricorso viene rigettato perchè la questione non era stata posta correttamente.

Il nuovo ricorso - questa volta presentato al Tribunale di Cagliari - viene basato dall'avvocato della coppia sull'incapacità della madre, già funestata da due aborti, a sopportare psicologicamente l'evento di un figlio affetto da talassemia, quindi sulla tutela della salute della donna, già cardine della legge 194 sull'interruzione di gravidanza. Il giudice Maria Grazia Cabitza ha questa volta dato ragione alla coppia e condannato la Asl e il primario di ginecologia dell'ospedale Microcitemico ad eseguire l'esame rifiutato nel 2005.

Su queste basi si riapre la possibilità di una modifica degli articoli più contestati della legge (divieto di diagnosi preimpianto, divieto di produrre più di tre embrioni, divieto di crionservazione e obbligo di impianto contemporaneo di tutti gli embrioni prodotti) tanto più che il ministro della salute Livia Turco ha annunciato un prossimo probabile riesame delle linee guidala legge.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016