Excite

Fernanda Pivano, addio alla scrittrice che portò la Beat Generation in Italia

Si è spenta ieri sera all'età di 92 anni Fernanda Pivano, la giornalista, scrittrice, traduttrice e critica che ha fatto conoscere all'Italia gli autori della cosiddetta Beat Generation. La Pivano è deceduta in una clinica privata di Milano. I funerali si svolgeranno venerdì a Genova, nella basilica dell'Assunta in Carignano, dove dieci anni fa sono stati celebrati quelli dell'amico Fabrizio De Andrè di cui la Piovani ha detto: "E' il più grande poeta italiano del Novecento".

Guarda alcune immagini di Fernanda Pivano

Video: Fernanda Pivano premia Fabrizio De Andrè (1997)

Nata a Genova il 18 luglio 1917, si è trasferita da adolescente con la famiglia a Torino dove ha frequentato il liceo classico Massimo D'Azeglio. Nel 1941, all'età di ventiquattro anni e in piena seconda guerra mondiale, si è laureata in Lettere con una tesi in letteratura americana su "Moby Dick" di Herman Melville. Da qui parte il suo amore ed interesse per la letteratura Usa. Risale al 1943 la sua prima parziale traduzione dell'"Antologia di Spoon River" di Edgar Lee Masters. Nel corso della sua vita la Pivano ha fatto alcuni incontri fondamentali, tra gli altri quello con Cesare Pavese, suo mentore, e con il marito Ettore Sottsass, architetto e designer. Nel 1948, a Cortina, ha poi conosciuto lo scrittore Ernest Hemingway con il quale ha subito instaurato un rapporto di amicizia e di lavoro. La Pivano è così diventata la maggiore curatrice delle opere dell'autore de "Il vecchio e il mare".

Nel 1956 la scrittrice è volata per la prima volta negli Stati Uniti dove è entrata in contatto con la letteratura della Beat Generation che porterà in Italia. Alla scrittrice sarà affidata la prefazione del celebre "On the road - Sulla strada" di Jack Kerouac. Gli incontri importanti, da Hemingway, a Francis Scott Fitzgerald, da Dorothy Parker a William Faulkner, hanno segnato profondamente la vita della Pivano. Celebri il suo libro "I mostri degli anni Venti" del 1976, l'intervista a Charles Bukowski "Quello che mi importa è grattarmi sotto le ascelle" e una biografia di Hemingway.

Come reso noto da un comunicato dell'ufficio stampa del Quirinale il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato alla famiglia Pivano un messaggio di cordoglio: "Apprendo con commozione la triste notizia della scomparsa di Fernanda Pivano fine intellettuale che, lungo un appassionato percorso, è stata protagonista della cultura italiana. Sensibile sostenitrice delle relazioni con la letteratura straniera e segnatamente di quella americana, Fernanda Pivano ha dato un contributo straordinario alla capacità della cultura italiana di tessere e coltivare rapporti che hanno arricchito il nostro patrimonio e favorito intensi scambi letterari con il resto del mondo. Con sentimenti di riconoscenza partecipo al dolore della famiglia e al cordoglio di quanti ne hanno conosciuto e apprezzato l'opera".

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016