Excite

Roma, un morto al festino gay. Un altro è in coma

Finisce in tragedia il festino gay organizzato a Roma. Un uomo di 42 anni è morto, mentre un altro è in stato di coma. Ma vediamo come sono andate le cose. Sabato sera in un appartamento seminterrato nel quartiere Flaminio di Roma si è svolto un festino gay a base di sesso e divertimento. Qualche ora prima cinque amici avevano conosciuto in chat una coppia gay.

I sette si sono poi dati appuntamenti nell'appartamento del Flaminio, che affaccia su piazza Mancini. Dopo una notte 'brava', intorno alle 6 di domenica mattina è partita una telefonata al 118, due dei partecipanti non si svegliavano. Si trattava proprio della coppia gay. Uno stava molto male, mentre l'altro era completamente privo di sensi. All'arrivo dei carabinieri i partecipanti al festino hanno raccontato che, quando la presunta coppia è arrivata per la cena, aveva già ingerito un mix di alcol e cocaina. Potrebbe essere stata un'overdose a causare la morte dell'uomo. Sarà ora l'autopsia a stabilire con esattezza le ragioni del decesso.

Secondo i rilievi tecnico scientifici finora compiuti non sono state ritrovate tracce di sostanze stupefacenti nel piccolo appartamento, ma, secondo quanto appreso da fonti sanitarie, l'uomo finito in coma è risultato positivo al test della droga. I carabinieri stanno compiendo indagini e perquisizioni per capire chi abbia fornito la cocaina alla coppia.

I sette partecipanti del festino sono impiegati, commessi e professionisti. Tra loro anche due persone originarie della Toscana e della Sicilia.

Fabrizio Marrazzo, presidente di Arcigay Roma, ha affermato: 'Quello che è accaduto non c'entra nulla con l'orientamento sessuale. Poteva capitare anche a una coppia etero o a un gruppo di amici'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017