Excite

Firenze dichiara guerra ai lavavetri

L' ordinanza emessa dal Comune di Firenze anti lavavetri ha già mietuto le prime denunce, almeno 15. Il provvedimento, scaturito dalle proteste di numerosi automobilisti fiorentini, prevede il sequestro dell'attrezzatura, e sanzioni che vanno da una multa di 206 euro fino all'arresto per tre mesi per. I primi controlli sono stati eseguiti in persona dal comandante della Polizia Municipale, Alessandro Bartolini, e dall'assessore alla sicurezza e alla vivibilità urbana, Graziano Cioni (Ds).

Alcuni osservatori politici hanno parlato di decisione "di stampo leghista". "E' una risposta all'arroganza, all'aggressione che molti lavavetri mettono in atto nei confronti degli automobilisti che non gli danno quanto loro vorrebbero - si difende Cioni - Il povero è povero l'arroganza e la violenza sono un'altra cosa". Decisamente contrario al provvedimento il ministro della Solidarietà sociale Paolo Ferrero: "Le scelte assunte dal Comune di Firenze sui lavavetri - si legge in una nota - vanno nella direzione opposta a ciò che serve per risolvere questioni sociali di questo tipo. Fatta salva la sacrosanta repressione di aggressioni e comportamenti violenti, credo che affrontare in termini di ordine pubblico questioni che non lo sono vada nella direzione opposta a quella della mediazione sociale che si dovrebbe invece mettere in campo per fenomeni del genere".

Il provvedimento dovrà essere applicato da tutte le forze di polizia, inclusi carabinieri e poliziotti, e non sarà a tempo indeterminato: la validità è fino al 30 ottobre.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016