Excite

Flavio Briatore offre agli sfollati della Sardegna gli allogi del Billionaire. Beneficienza o marketing?

  • Facebook

di Simone Rausi

Flavio Briatore offre rifugio agli alluvionati della Sardegna negli appartamenti del Billionaire e io vi avverto che io mi approccerò alla notizia come farebbe uno psicotico dal disturbo bipolare perchè non ho ancora capito se c'è da applaudire o meno. Intanto cominciamo coi fatti: come tutti sapete una vera e propria tempesta (denominata Cleopatra) si è abbattuta nelle ultime ore in Sardegna (soprattutto nella zona di Olbia) provocando danni ingenti, 17 morti e decine e decine di sfollati. Una tragedia nazionale che addolora tutta l'Italia (Flavio Briatore compreso).

Alluvione Saredegna, 17 morti. Stato di emergenza dichiarato

Il mega miliardario ha infatti annunciato di aver messo a disposizione dei cittadini delle zone interessate dalla tempesta 14 alloggi di proprietà della societa' Billionaire Srl ad Arzachena, una località non troppo distante da Olbia. Beh, un bel gesto è pur sempre un bel gesto e va comunque salutato con rispetto. Solo che io ci vedo anche il rovescio della medaglia e Briatore nelle vesti di filantropo disinteressato proprio non riesco a inquadrarlo.

La splendida opera di bene, infatti, è stata diramata a buona parte delle redazioni presenti sulla Terra: dalle testate da milioni di clic a Tele San Gennaro. Come se non bastasse poi, il Flavio ha voluto sottolineare il concetto comunicandolo dal suo seguitissimo account twitter. "Flavio Briatore e Billionaire" sono "colpiti e addolorati dai danni e dai lutti" e mettono a disposizione gli alloggi "in segno di solidarietà". Poi c'è un numero di telefono e praticamente sarà la corsa alle linee, qualcosa di simile al dito più veloce del Miliardario di Scotti.

Ora, io non dico che quello di Briatore non sia un bel gesto (meglio qualcosa di concreto rispetto all'immobilismo di chi fa spallucce e dice "mi spiace"), ma per quel che mi riguarda la vera beneficienza, la solidarietà con la S maiuscola, la si fa e basta, quasi sempre senza la collaborazione di un ufficio stampa. Tutto il resto si chiama charity marketing.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017