Excite

Forconi Torino, i poliziotti si tolgono il casco: "Bravi, siete come noi". Il video

  • Youtube

Insolito episodio, decisamente in controtendenza rispetto alla normale gestione dell’ordine pubblico nelle manifestazioni, durante uno dei cortei di protesta indetti in tutto il Paese dal movimento dei Forconi e dal gruppo “Fermiamo l’Italia”.

Sciopero dei Forconi, proteste in tutta Italia

Un presidio delle forze dell’ordine a Torino, nel corso dell’iniziativa organizzata davanti al palazzo della Regione Piemonte, ha scelto di lanciare un segnale distensivo nei confronti delle persone scese in piazza a manifestare contro le istituzioni locali e nazionali sulla base della parola d’ordine “Tutti a casa”.

A chiedere un gesto di buona volontà, dopo gli accesi scontri andati in scena nelle ore precedenti, sono stati diversi partecipanti alle contestazioni, i quali hanno chiesto agli agenti di togliersi i caschi per dimostrare la vicinanza con la “gente comune” esasperata dalla crisi e spinta ad esprimere pubblicamente la rabbia da un malcontento ormai radicato da nord a sud della penisola.

Per la prima volta, in un contesto tutt’altro che favorevole, considerata l’esasperazione degli animi dei manifestanti e l’estrema difficoltà dei poliziotti in servizio nel mantenere l’ordine di fronte alle crescenti tensioni nelle strade di Torino (gli scontri a piazza Castello sono stati particolarmente duri, con lanci di pietre e bombe carta da una parte, lacrimogeni dall’altra), si è assistito ad una sorta di abbraccio simbolico tra agenti e cittadini aderenti alla protesta. Un lungo applauso e frasi di aperto apprezzamento hanno salutato la scelta degli agenti piemontesi, che si sono levati il casco per mostrarsi a viso scoperto alla folla: Siete come noi, bravi!” è stato il grido che dalla piazza si è alzato per ringraziare i poliziotti, come si sente con chiarezza nei vari video girati sul posto e subito rimbalzati sul web.

Difficile, comunque, la situazione nel resto del Paese, dove impazzano blocchi autostradali a macchia di leopardo, cortei e sit in non sempre pacifici, da Genova a Napoli passando per Roma e Milano, con incidenti e disordini che hanno spinto il ministro dell’Interno Angelino Alfano ad intervenire pubblicamente per assicurare la presenza dello Stato “contro ogni violazione di legge commessa in queste ore.

I poliziotti solidarizzano coi manifestanti: guarda il video

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017