Excite

Le 10 cose che portano sfortuna nel mondo

Si certo, magari fate attenzione a non passare sotto le scale o tenete il vostro specchio come una reliquia perché sette anni non si danno nemmeno a un killer seriale qui in Italia. Ma non basta. La sfiga è dietro l’angolo e se siete superstiziosi quanto segue sarà il vostro incubo. Tenete gli occhi aperti perché quello che state per vedere, in alcuni paesi del mondo, è salutato con toccate strategiche e lacrime amare…

ALBERO DI NOCI: non fermatevi mai di sotto. Secondo una credenza celtica sostare sotto un albero di noci porterebbe una sfiga di quelle spettacolari. Il motivo? Era il luogo dove si radunavano le streghe. Fatevi un corso di botanica o abolite i pic nic dalla vostra esistenza.
IN MEZZO ALLA FOTO: secondo i giapponesi non bisogna mai e dico MAI mettersi in mezzo ad altre due persone per una foto. A Tokio le cose a tre proprio non le concepiscono e se c’è una fotocamera che si avvicina è meglio essere in due, un gruppo da venti, quattro gatti, ma tre no. Al massimo un selfie su Instagram.
IN MEZZO ALLA FOTO: secondo i giapponesi non bisogna mai e dico MAI mettersi in mezzo ad altre due persone per una foto. A Tokio le cose a tre proprio non le concepiscono e se c’è una fotocamera che si avvicina è meglio essere in due, un gruppo da venti, quattro gatti, ma tre no. Al massimo un selfie su Instagram.
OROLOGIO FERMO ALLE 12.30: in Sud America potrebbero disperarsi. Si tratta della peggiore iattura del mondo. Lancette perpendicolari e immobili. Paura.
CORVO NERO ALLA FINESTRA: gli Antichi romani vedevano il corvo nero che si appoggiava su una finestra come un presagio di morte. Certo, si tratta di un evento raro anche perché, in Italia, di corvi se ne vedono ben pochi. Al massimo un piccione potrà lasciarvi un ricordino sul bucato. Ma quello porta bene, così dicono.
DONNA IN BIANCO: da noi la morte è la signora in nero. In India, invece, la dipartita eterna veste in total white. Guai a incrociare per strada una signora così vestita. E non importa se è una sposa o Giselle Bundchen con la nuova collezione primavera estate.
DONNA IN BIANCO: da noi la morte è la signora in nero. In India, invece, la dipartita eterna veste in total white. Guai a incrociare per strada una signora così vestita. E non importa se è una sposa o Giselle Bundchen con la nuova collezione primavera estate.
CANE CHE ULULA SENZA MOTIVO: si, è inquietante, specie in una notte di luna piena. Ma per gli inglesi è molto di più. Se camminate per strada e sentite un cane ululare senza un motivo, ancora peggio se al vostro passaggio, qualcosa di brutto vi accadrà in breve tempo. Soluzione: date a quel maledetto cane un motivo per abbaiare.
PELO SULLE LABBRA DOPO UN BACIO: se non riuscite più a contenere l’attrazione verso quel baffo Moretti del vostro vicino fate attenzione. Se dopo un bacio un pelo dei baffi di lui vi resta nelle labbra morirete entro un anno. Lo hanno deciso quei simpaticoni degli inglesi, probabilmente barbieri.
FOTO CHE CADE: ariecco la foto. Stavolta però è in cornice e se cade per terra, per qualunque motivo, sono dieci anni tondi di guai. Chi lo dice? Gli irlandesi. Ma quelli cominciano a bere alle 10 del mattino…
FALENA BIANCA: se ve la trovate in casa – viva o morta - sono guai, almeno secondo il folklore del Maryland. La scusa “Sali da me che ti faccio vedere la mia collezione di farfalle” assume adesso significati ancora più inquietanti.
CAPPELLO SUL LETTO: e chiudiamo con l’Italia. Molti non lo sanno ma poggiare un qualsiasi copricapo sul letto porterebbe male, anzi, malissimo. Era il gesto che faceva il medico o il sacerdote quando andavano a trovare un malato a letto. Fate un po’ voi…
CAPPELLO SUL LETTO: e chiudiamo con l’Italia. Molti non lo sanno ma poggiare un qualsiasi copricapo sul letto porterebbe male, anzi, malissimo. Era il gesto che faceva il medico o il sacerdote quando andavano a trovare un malato a letto. Fate un po’ voi…

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017