Excite

Corea, protesta delle squillo a Seoul

Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)
Corteo a luci rosse nel centro di Seoul, in Corea del Sud. Ieri un gruppo di prostitute e sfruttatori si sono riversati lungo le strade della città vestiti a lutto e con le facce dipinte di bianco. Il motivo della contestazione sono le misure restrittive adottate negli ultimi tempi dalla polizia nei confronti delle attività illecite nei bordelli. Nonostante le squillo si siano persino cosparse i corpi di benzina “minacciando” di darsi fuoco, la manifestazione di protesta non ha avuto successo.
(© LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017