Excite

José Alvarenga, il naufrago trovato vivo dopo 13 mesi: la famiglia pronta ad abbracciarlo (foto)

Una storia che ha colpito per la sua drammaticità ma ancor di più per un lieto fine del tutto inatteso: il naufrago sudamericano adesso potrà finalmente riabbracciare la sua famiglia dopo 13 mesi di lotta per la sopravvivenza su un atollo dell’arcipelago delle Marhsall, a circa 13 mila chilometri dal punto in cui era salpato per una spedizione di pesca agli squali insieme ad altri compagni d’avventura messicani. L’uomo si chiama José Salvador Albarengo ed è riuscito miracolosamente a non morire, cibandosi di carne cruda e bevendo sangue di tartaruga per un anno intero. Le foto del novello “Robinson Crusoe” del Messico stanno impazzando in rete, mentre fervono i preparativi per la festa con la famiglia, evento attesissimo anche dai media. [Foto: Getty Images]

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017