Excite

Mafia: fermato Massimo Ciancimino

“Non comprendo il fatto che mi venga contestato il pericolo di fuga visto che ho sempre collaborato e nei prossimi giorni sarei tornato a Palermo per essere sentito dai magistrati”, ha aggiunto il figlio dell’ex sindaco mafioso
(© LaPresse)
“Mi si contesta la falsificazione di un documento sugli oltre 250 consegnati ai magistrati. Ho sempre detto di non conoscere l’origine del materiale che fornivo alle procure…”, ha dichiarato Massimo Ciancimino all’Ansa
(© LaPresse)
Ciancimino junior era stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Caltanissetta già lo scorso dicembre. Il documento, infatti, sarebbe in contrasto con quanto dichiarato dallo stesso imprenditore durante gli interrogatori resi alla procura di Palermo…
(© LaPresse)
Ciancimino junior era stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Caltanissetta già lo scorso dicembre. Il documento, infatti, sarebbe in contrasto con quanto dichiarato dallo stesso imprenditore durante gli interrogatori resi alla procura di Palermo…
(© LaPresse)
Il documento incriminato è una fotocopia di un foglio scritto da Vito Ciancimino, con un elenco di nomi di personaggi delle istituzioni che avrebbero avuto un ruolo nella cosiddetta “trattativa”…
(© LaPresse)
Il figlio di don Vito, già condannato per riciclaggio, stava collaborando con i magistrati delle procure di Palermo e Caltanissetta nell'ambito delle indagini sulla presunta trattativa fra Stato e mafia e sulle stragi del 1992…
(© LaPresse)
È stato fermato a Bologna Massimo Cancimino. L’accusa, come si legge nel provvedimento urgente firmato dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dai pm Antonino Di Matteo e Paolo Guido, è di aver falsificato un documento ufficiale, consegnato da lui stesso alla Procura di Palermo il 15 giugno 2010. Nel documento manomesso veniva citato il nome di Gianni De Gennaro, ma gli esami della scientifica hanno rivelato che il nome dell’ex capo di polizia è stato aggiunto solo a posteriori. Il figlio dell’ex sindaco di Palermo è ora accusato di calunnia aggravata
(© LaPresse)
È stato fermato a Bologna Massimo Cancimino. L’accusa, come si legge nel provvedimento urgente firmato dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dai pm Antonino Di Matteo e Paolo Guido, è di aver falsificato un documento ufficiale, consegnato da lui stesso alla Procura di Palermo il 15 giugno 2010. Nel documento manomesso veniva citato il nome di Gianni De Gennaro, ma gli esami della scientifica hanno rivelato che il nome dell’ex capo di polizia è stato aggiunto solo a posteriori. Il figlio dell’ex sindaco di Palermo è ora accusato di calunnia aggravata
(© LaPresse)
È stato fermato a Bologna Massimo Cancimino. L’accusa, come si legge nel provvedimento urgente firmato dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dai pm Antonino Di Matteo e Paolo Guido, è di aver falsificato un documento ufficiale, consegnato da lui stesso alla Procura di Palermo il 15 giugno 2010. Nel documento manomesso veniva citato il nome di Gianni De Gennaro, ma gli esami della scientifica hanno rivelato che il nome dell’ex capo di polizia è stato aggiunto solo a posteriori. Il figlio dell’ex sindaco di Palermo è ora accusato di calunnia aggravata
(© LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017