Excite

Michele Misseri, lo zio assassino di Sarah Scazzi

Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi
Alcune foto di quello che è già stato definito "il mostro di Avetrana"; l'uomo che il 26 agosto 2010 uccise la piccola Sarah Scazzi di 15 anni, sua nipote, occultandone poi i resti in un pozzo poco distante. Agghiacciante la dinamica dei fatti: nella confessione fatta il 6 ottobre 2010 l'uomo ha raccontato di aver strangolato la nipote nel garage di casa Misseri con una cordicella per poi abusarne sessualmente. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, Misseri l'ha denudato e ha successivamente bruciato i vestiti. I fatti si sono svolti tutti nel giorno della scomparsa della ragazza e cioè il 26 agosto 2010 | Sarah Scazzi, la fotostory | Guarda il video in cui la mamma di Sarah riceve in diretta la notizia della morte della figlia | Guarda il video delle finte lacrime dell'assassino | Il caso Sarah Scazzi

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017