Excite

Pierre Le Guennec, scoperte in casa sua opere di Picasso

Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)
Alcune immagini di Pierre Le Guennec, l'ex elettricista di Picasso che lavorò per l'artista nei suoi ultimi anni di vita; è mistero sulle opere del pittore spagnolo rinvenute in casa sua, oltre 271, in gran parte inedite e senza firma. Un tesoro valutato almeno 60 milioni di euro. L'ex elettricista francese si difende così: 'Ho avuto alcuni problemi di salute e mi sono detto che dovevo fare qualcosa con quelle opere, affinché poi i miei figli non avessero problemi, se qualcuno avesse chiesto da dove provenivano. E provengono da me, perché ho lavorato per Picasso per anni e sono stato con lui fino ai suoi ultimi giorni'. Ma intanto gli eredi di Picasso lo hanno denunciato per appropriazione indebita.
(© LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017