Excite

Protesta a Brescia, immigrati sulla gru

Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)
Sgomberato dalla polizia il presidio di solidarietà dei manifestanti fuori al cantiere di Brescia, dove dal 30 ottobre sei immigrati sono arrampicati su di una gru a 35 metri di altezza per chiedere la propria regolarizzazione. Una ventina le persone che sono state fermate dalle forze dell'ordine che sono venute allo scontro con i manifestanti in più occasioni. Tra le persone fermate, Umberto Gobbi, portavoce dell'associazione Diritti per tutti.
(© LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017