Excite

Terremoto Cile, le immagini shock

(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
(foto: latercera.com).
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news
La forza della natura continua a colpire. Il 27 Febbraio in Cile si è registrato una violento terremoto di magnitudo 8,8, con epicentro vicino a Concepcion. Edifici implosi, auto scaraventate altrove, blackout in molte zone del paese, ma non solo. Il rischio più grande riguarda il pericolo tsunami che ha già colpito l'isola di Juan Fernandez, con onde alte fino a 40 metri. La terra continua a tremare ed il bilancio delle vittime è ancora incerto. Per ora si stimano circa 700 morti (foto © LaPresse).
Leggi la news

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017