Excite

Tentato suicidio per Piscicelli. Rise dopo il sisma de L'Aquila

Tentato suicidio per il costruttore campano Francesco Maria De Vito Piscicelli diventato noto per l'intercettazione telefonica nella quale disse al cognato Pierfrancesco Gagliardi di aver riso dopo il sisma dell'Aquila di fronte alla prospettiva di concludere nuovi affari sulla ricostruzione del post-terremoto. Il costruttore campano ha tentato di togliersi la vita mercoledì sera in ufficio ingoiando un intero flacone di tranquillanti.

Tutte le notizie sul terremoto de L'Aquila

La prima ad accorgersi che qualcosa non andava è stata la moglie. La donna ha provato a telefonare al marito nello studio di via Margutta a Roma e poi al cellulare. Ma niente. Quindi alle ore 20.00 di mercoledì, non vedendolo fare ritorno a casa, ha deciso di chiamare la polizia. Gli agenti del commissariato Trevi-Campo Marzio, con l'equipaggio di un'ambulanza, si sono recati nello studio di De Vito Piscicelli e lo hanno trovato privo di conoscenza, in preda a un'overdose. Il costruttore è stato subito ricoverato all'ospedale Santo Spirito dove i medici gli hanno salvato la vita con una lavanda gastrica. De Vito Piscicelli è rimasto in osservazione per una notte e poi è stato dimesso.

In Procura è stata avviata un'indagine sul tentativo di suicidio. L'avvocato del costruttore campano, Marcello Melandri, ha spiegato che lo psicologo del carcere di Pisa aveva già segnalato il rischio suicidio per la detenzione e per lo stress legato all'inchiesta. Il costruttore è imputato nel processo per presunte irregolarità sull'appalto per la Scuola marescialli dei carabinieri di Firenze, uno dei filoni dell'inchiesta sui Grandi Eventi.

De Vito Piscicelli è stato arrestato il 4 marzo 2010 per corruzione e dopo due mesi ha ottenuto i domiciliari per motivi di salute. Lo scorso 20 dicembre è tornato in libertà e il 21 febbraio il presidente della I sezione del Tribunale ha revocato l'obbligo di firma.

Secondo quanto si legge sul quotidiano La Repubblica, a spingere il costruttore verso il tentativo di suicidio non sarebbero stati tanto i guai giudiziari sorti dopo le intercettazioni successive al sisma de L'Aquila, quanto le difficoltà economiche che l'azienda di Piscicelli sta attraversando dopo lo scandalo.

Foto: repubblica.it

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017