Excite

Francia, niente tuffo in piscina con il burqini. E scoppia la polemica

In Francia un bagnino ha proibito a una donna musulmana di 35 anni, Carole, di tuffarsi nella piscina comunale di Emerainville, banlieue di Parigi. Il motivo? La donna indossava il "burquini", il costume per le donne islamiche ideato cinque anni fa dalla stilista Aheda Zanetti. L'episodio è diventato presto un caso perché, dopo il "no" del bagnino, la donna si è recata al più vicino commissariato e ha sporto denuncia. Secondo Carole si è trattato di "segregazione" e di un "problema politico".

Sulla questione è intervenuta anche la stessa ideatrice del "burquini", la stilista Zanetti titolare del marchio di costumi da bagno "Ahiida". La stilista ha voluto sottolineare che grazie al suo "burquini", ossia il costume da bagno costituito da un pantalone che arriva alla caviglia, da una lunga tunica e da una cuffia che contiene i capelli e copre collo e spalle, tante donne musulmuna hanno potuto nuotare e gareggiare senza andare contro i precetti della propria religione.

"Se non vi piace l'idea, cercate di approfondire, parliamone, allarghiamo il dibattito" ha detto la Zanetti. La stilista ha poi affermato che tanta gente apprezza la sua creazione e che i vari modelli del suo "burquini", ora al centro della polemica, sono stati scelti in tutto il mondo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016