Excite

Fratelli di Gravina, scarcerato il padre

E' stato scarcerato per disposizione del gip Giulia Romanazzi, Filippo Pappalardi, il papà di Salvatore e Francesco, i fratellini di Gravina in Puglia trovati morti in una cisterna di una casa abbandonata il 25 febbraio scorso. Pappalardi, arrestato il 27 novembre scorso, si trovava ai domiciliari dal 12 marzo.

Gurada la fotogallery dei momenti salienti del Giallo di Gravina

Le immagini del pozzo del ritrovamento

Il ritrovamento di Francesco e Salvatore

Intanto emergono altri dettagli dall'autopsia sulla morte dei due fratellini. I consulenti incaricati dalla procura, ritengono che Ciccio e Tore non avevano l'intenzione di calarsi volontariamente nella cisterna perché indossavano vestiti eleganti.

Secondo i medici legali Salvatore Pappalardi, una volta precipitato insieme al fratello nel pozzo trascinò Francesco dalla base della caditoia del pozzo fino al luogo all'interno della cisterna nel quale sono state ritrovate le due salme lo scorso 25 febbraio. "Le lesioni riportate da Francesco erano di entità tale da non consentire la deambulazione. Quelle di Salvatore, invece, la consentivano, sia pure con impaccio, difficoltà e dolore".

Secondo quanto accertato Tore, che riuscì a sopravvivere più tempo, trascinò Ciccio tirandolo dalla gamba non lesionata, la sinistra. Lo si dedurrebbe da alcune pieghe della camicia indossata dal fratello più grande.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016