Excite

Funerali Federica Mangiapelo: Marco di Muro non c'è

  • Facebook

Rose bianche e palloncini con scritto il suo nome: la famiglia e gli amici di Federica Mangiapelo hanno voluto ricordare così la ragazza ritrovata morta la mattina del 1° novembre sulle rive del lago di Bracciano. Nella chiesa parrocchiale Regina Pacis di Anguillara Scalo una folla commossa ha partecipato all'ultimo saluto alla bella e triste sedicenne, com'è stata descritta dalle amiche più strette, che si sono avvicendate al microfono sull'altare per un ricordo di Federica: "Solare, dolce, sensibile, un po' lunatica, che mostrava una corazza dura come il ferro per nascondere timidezza e sensibilità".

Federica Mangiapelo, parlano i vicini di casa e qualcuno preferisce tacere...

Tanta gente, ma anche un'assenza che non è passata inosservata. Ai funerali, infatti, non era presente Marco Di Muro, il fidanzato della ragazza. Non si sa se la famiglia gli abbia espressamente chiesto di non partecipare, sta di fatto che quando a un certo punto è comparso un giovane che gli somigliava molto - e che poi si è appurato essere un altro fidanzatino di Federica - ci sono stati momenti di grande tensione. Benché non formalmente indagato, sul cameriere diciottenne si sta infatti concentrando l'attenzione degli investigatori: il fatto che abbia lasciato Federica da sola, alle 3 del mattino, sotto la pioggia e grande distanza da casa e che in passato i genitori della ragazza abbiano presentato un esposto contro di lui per maltrattamenti, sono motivi di più di una perplessità.

Ma oggi, in realtà, per Marco c'è stato poco spazio. A essere protagonisti sono stati infatti "il dolore e il rimorso terribili" di un'intera comunità per una morte inaccettabile, come ha detto durante l'omelia il vescovo della diocesi di Civita Castellana, monsignor Romano Rossi. "Oggi tutti noi ci sentiamo chiamare da te, un po' più attenti ad ascoltare nel ricordo dei tuoi 16 anni e della tua splendida, fremente giovinezza", ha proseguito il vescovo, mettendo in guardia dalla tentazione di erigersi a "censori dell'ultima ora" e rivolgendosi infine con dolcezza a Federica: "Guarda quanti amici, guarda quanti ragazzi vicino a te".

Federica Mangiapelo: tutte le notizie e le foto

Sul fronte delle indagini, invece, la novità più rilevante è la testimonianza di un uomo che ieri avrebbe dichiarato di avere visto Federica alle 3 della mattina del 1° novembre sotto la pioggia sul lungolago di Anguillara Sabbazia, diretta verso Vigna Di Valle, ovvero dove è poi stato recuperato il suo corpo. Gli investigatori stanno effettuando degli accertamenti per capire se effettivamente il testimone può avere riconosciuto al buio e con scarsa visibilità la ragazza.

Continuano anche le ricerche nel lago di eventuali altri oggetti personali appartenuti a Federica: il cellulare è già stato recuperato e non si sa dunque se la polizia stia scandagliando i fondali in cerca di qualcosa in particolare. L'autopsia invece non ha fornito dettagli rilevanti ai fini delle indagini, se non che la ragazza non presenta segni di violenza (anche se non è possibile escluderlo con certezza): per sapere se era sotto l'effetto di alcol o droghe quando è morta bisognerà attendere ancora. Il risultato delle analisi forse potrà aiutare a fare chiarezza nel giallo, anche perché "lo stesso orario della morte, fissato indicativamente per le 4, potrebbe subire variazioni relative ma significative ai fini delle indagini", spiegano gli investigatori.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017