Excite

Gabanelli: "Il mio difficile lavoro di reporter"

Sono coraggiosi, intraprendenti, giornlisti vecchio stampo, cronisti a tutto tondo. Le loro inchieste sono trasversali, incisive e, soprattutto, scomode.
Gente come Michele Santoro, Giovanni Floris, Andrea Vianello, Davide Parenti e Milena Gabanelli nella loro difficile carriera collezionano quasi quotidianamente querele e interrogazioni parlamentari.
Hanno inanellato centinaia di cause, così tante che per loro sono diventate routine.
Fino ad ora non ne hanno persa una. Tutte vittorie schiaccianti dovute anche a consulanti legali molto importanti che sanno fare benissimo il loro lavoro.

Milena Gabanelli ha raccontato al giornale La Repubblica come si fa a lavorare a stretto contatto con denunce e diffide. Lei, a causa del programma "Report" che conduce su RaiTre ha avuto grossi grattacapi dalla sua stessa azienda poichè ha avuto l´ardire di fare le pulci anche ai consiglieri di amministrazione dell´azienda in cui lavora.
Eccovi un breve estrratto dell'intervista.

Dicono che lei sia la regina dei "rompiscatole" tv. Contenta?
"È una definizione che non mi piace. Dà l´idea di una certa cultura del Paese: mi dispiace che vengano definiti così i giornalisti che non fanno altro che il loro mestiere. Siamo pagati per fare il nostro lavoro, cerchiamo di farlo al meglio, ma non c´è nulla di eroico".

Con le inchieste lei ha collezionato decine di querele...

"I carabinieri vengono spesso a casa mia, per le notifiche. Ma finora non ho mai perso una causa. Sono scese a 15, tra civile e penale. E non ne temo nessuna, sono in grado di provare la veridicità delle mie inchieste contro ogni contestazione. Possiamo sbagliare, ma Report fa le precisazioni anche quando il diretto interessato non le richiede".

Si sente vicina al lavoro di denuncia di Iene e Striscia?
"Le Iene e Striscia sono programmi di satira. Ma anche il Gabibbo e le Iene possono fare delle denunce straordinarie, usando linguaggi differenti dal nostro. Tra i programmi di informazione trovo ottimi Tv7 e Terra!. Primo Piano del Tg3 fa dell´ottimo approfondimento. Apprezzo molto il nuovo Santoro, la sua volontà di cambiare: in Anno Zero fa più inchieste, con meno persone che chiacchierano in studio. Porta a porta invece direi che è un talk show, così come Matrix".

Sente la concorrenza tra programmi di approfondimento?
"Io invito tutti i giornalisti che si occupano di approfondimento a lavorare insieme contro le storture e il malcostume di questo Paese. Non basta indignarsi su alcune questioni occorre fare battaglie civili".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016