Excite

Gabriel Batistuta truffato: firma un autografo e si ritrova una cambiale

  • Getty Images

Una truffa da professionisti, quella subita dal calciatore Gabriel Omar Batistuta: l'ex campione della nazionale argentina, che in Italia ha militato in Roma e Fiorentina, si è ritrovato con una cambiale da ben 65.000 euro da pagare. E tutto è nato da un innocente autografo, di quelli che avrà firmato a centinaia durante la sua carriera.

L'ex attaccante, oggi manager del Colon, ha firmato un foglio bianco credendo semplicemente di fare felice un suo ammiratore. Invece quell'autografo è stato convertito in una cambiale falsa per 320.000 pesos, che corrispondono a circa 65.000 dollari. Un meccanismo ben congeniato, come hanno spiegato gli avvocati di Batistuta all'agenzia locale DyN: "A partire da un autografo concesso su un foglio in bianco sarebbe stata confezionata una cambiale a beneficio dell'accusato il cui testo è stato stampato su quella stessa carta per la somma di 320.000 pesos".

"Batigol", così lo definirono i tifosi italiani per la naturale propensione a fare rete, è riuscito ad evitare il pagamento della maxi-cambiale ricorrendo alle vie legali. Grazie alla sua denuncia i delinquenti sono stati processati per "frode processuale tentata in concorso, con l'utilizzo documento privato falso". L'atto col quale è stata perpetrata la truffa, spiegano gli avvocati del calciatore, recava "la firma di Batistuta come debitore, alla quale è stato aggiunto il suo nome, il documento di identità e il domicilio".

L'anomala disavventura si è conclusa dunque nel migliore dei modi. Il quarantatreenne ex goleador dalla chioma dorata (oggi scomparsa) può tornare alla sua vita di sempre, che oggi è soprattutto concentrata sul commercio agricolo nella zona di Santa Fe. Ma c'è da scommettere che da oggi Batigol ci penserà due volte prima di concedere ancora un autografo!

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018