Excite

Gemelline scomparse, Alessia e Livia erano a Cerignola?

La storia delle gemelline Alessia e Livia sta tenendo con il fiato sospeso mezza Europa. Il padre Matthias Schepp, 43 anni, originario della svizzera, dopo la separazione dalla moglie, ha rapito le due bambine il 31 gennaio, in una fuga tra la Francia la Svizzera e l'Italia.

L'uomo aveva raggiunto Marsiglia dove ha prelevato circa settemila euro con vari bancomat, per poi imbarcarsi verso Salerno. L'uomo sarebbe stato visto, poi, a Vietri sul mare da solo, in una pizzeria. Il 3 febbraio la sua corsa si è conclusa tragicamente, l'uomo si è suicidato lanciandosi sotto un treno a Cerignola, in provincia di Foggia, ma delle bambine non c'era alcuna traccia.

Il mistero si fa sempre più oscuro da quando sono giunte delle lettere alla mamma delle piccole, Irina Lucidi, con circa 5 mila euro dentro e senza nessuna spiegazione, solo quella in cui Matthias dichiara di non poter vivere senza la donna. In dici buste sono arrivate banconote da 50 euro a cui si dovrebbero aggiungere altre sei lettere.

In questa storia si teme per la sorte delle piccole, molti testimoni dicono di non averle notate sulla nave da Marsiglia a Salerno, mentre un testimone recente afferma di averle viste con il padre in un bar di Cerignola. Tutte le informazioni si possono ottenere e offrire attraverso la pagina Facebook dedicata alle gemelline: Missing Alessia e Livia.

Purtroppo la speranza di trovarle vive diminuisce di giorno in giorno, i cani segugio, usati per la scomparsa di Yara Gambirasio, hanno segnalato una zona intorno alla casa del padre in Svizzera dove i carabinieri stanno scavando il terreno intorno all'abitazione.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017