Excite

Genova, aborti clandestini: otto donne indagate

Sono otto le donne indagate per violazione della legge 194 sull'interruzione di gravidanza nell'operazione "Erode", l'inchiesta coordinata dal pm Sabrina Monteverde e condotta dai Nas dei carabinieri sui presunti aborti illegali eseguiti dal dottor Ermanno Rossi, il ginecologo suicidatosi gettandosi dal suo studio all'undicesimo piano, lunedì sera a Rapallo.

Secondo indiscrezioni, una delle signore della 'Genova bene' coinvolte nell'inchiesta potrebbe essere un personaggio televisivo. La donna, già modella, indossatrice, protagonista di alcuni calendari e di un noto reality, infatti, sarebbe stata anche al centro di un fatto di cronaca. Il giudice Sabrina Monteverde, ha ordinato la massima riservatezza sui nomi delle donne indagate. Non vogliono parlare neppure gli avvocati. Il magistrato, dopo il suicidio del ginecologo, teme reazioni pericolose delle donne coinvolte.

Una delle signore, già raggiunta dall'avviso di garanzia, avrebbe abortito oltre i limiti previsti dalla legge: ora rischia una condanna a sei mesi di reclusione, e non più solo l'ammenda di 50 euro prevista dall'art. 19 della legge 194. Altre potrebbero essere rimaste incinte dopo una relazione extraconiugale e questo spiegherebbe la loro richiesta di abortire in clandestinità.

Le indagini sono partite l'ottobre scorso nell'ambito di un altro procedimento penale e in seguito ad alcune intercettazioni telefoniche. Sarebbero stato positivo l'esito della perquisizione dei carabinieri negli studi del medico, dove sarebbero stati trovati strumenti e medicinali utili a procurare le interruzioni di gravidanza. A questo proposito è stata smentita anche dagli inquirenti la voce giornalistica, secondo la quale l'inchiesta sarebbe nata da una denuncia di un'appartenente all'associazione antiabortista.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016