Excite

Genova, nave Jolly Nero contro molo Giano: 7 morti e 3 dispersi

  • Getty Images

12.32 Fonti Sky riferiscono che i morti accertati sono 6 in tutto. L'ultima di pochi istanti fa.

12.21 Una luce nella tragedia: è stato ritrovato vivo un disperso. Si chiama Maurizio Potenza è in gravi condizioni ed è stato subito trasportato in ospedale.

11.15 Il bilancio delle vittime sale ancora: si aggiungono altri 2 corpi ai 5 ritrovati dai sommozzatori dei Vigili del fuoco.

11.03 I sommozzatori del porto di Genova hanno ritrovato il corpo della quinta vittima. Si cercano ancora i 5 dispersi che potrebbero trovarsi nell'ascensore della torre di controllo sommerso dall'acqua.

10.37 Sale a 4 il bilancio delle vittime dell'incidente navale al porto di Genova, ultima delle quali ancora da identificare. I primi tre morti ritrovati sono due militari e un pilota della Capitaneria. Il Sindaco di Genova ha proclamato il lutto cittadino.

A Genova quella appena trascorsa è stata una notte di ricerche tra le macerie, dopo che nella serata di martedì 7 maggio, intorno alle 23.30, un grave incidente nel porto ha provocato almeno 3 morti accertati, 4 feriti e 6 dispersi. La nave mercantile Jolly Nero ha urtato contro il Molo Giano facendo crollare in mare la torre piloti, una struttura in cemento alta oltre 50 metri.

Incidente al porto di Genova: le foto

Si scava tra le macerie per cercare di liberare la banchina, nella speranza di trovare ancora persone in vita. Delle 3 vittime solo una è stata identificata: si tratta di Daniele Frantoio, 30 anni, ufficiale della guardia costiera. Gli altri due morti sono un altro sottufficiale della Capitaneria di Porto e un impiegato del corpo Piloti di Genova, una di loro potrebbe essere una donna.

Jolly Nero: la scheda tecnica della nave dell'incidente a Genova

La torre di controllo è crollata di schianto dopo l'urto con la poppa della porta container Jolly Nero, una nave della linea Messina. La struttura ospita diversi uffici, tra cui quelli della compagnia piloti del porto e quelli della Guardia Costiera: al suo interno, al momento dell'incidente, c'erano 13 persone, secondo il bilancio provvisorio reso noto dalle forze dell'ordine. La tragedia sarebbe avvenuta durante il cambio di turno, rendendo ancora più difficile il computo dei presenti.

Almeno 3 persone erano nell'ascensore che è crollato in mare al momento dell'impatto, per questo sono rimaste intrappolate. I 4 feriti si sono salvati riuscendo a tuffarsi in mare prima del crollo: due sono stati ricoverati negli ospedali del capoluogo ligure in codice rosso, altri due sono in condizioni meno gravi.

Non sono ancora certe le cause dell'incidente, così come è da ricostruire la dinamica dell'accaduto: la nave potrebbe essersi schiantata contro il molo, mentre stava per lasciare il porto di Genova, a causa di un'avaria improvvisa a due motori di poppa, che avrebbe reso il natante ingovernabile. Le circostanze della tragedia non lasciano pensare ad un errore umano. La Jolly Nero, 239 metri di lunghezza per 30 di larghezza, era in partenza in direzione Napoli, destinazione Port Said in Egitto: al momento dell'incidente viaggiava a 4 nodi con un pilota del porto e trainato da un altro mezzo.

Sul posto sono al lavoro decine di sommozzatori, alla ricerca di dispersi nel bacino di mare antistante la torre piloti, mentre sulla banchina si continua a scavare tra le macerie. I soccorsi vedono coordinati polizia, carabinieri, vigili del fuoco e capitaneria di porto. Al molo è arrivato anche l'armatore Stefano Messina: "Siamo sconvolti, di più - ha detto con le lacrime agli occhi - E' una cosa mai successa, siamo disperati". Incredulo anche il presidente dell'Autorità Portuale di Genova, Luigi Merlo: "E' una tragedia terribile. Siamo sconvolti, senza parole (...) E' un incidente al momento non spiegabile, un incredibile trauma per tutta la comunità portuale. Ora pensiamo solo alle vittime, poi cercheremo di capire".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017