Excite

Gianfranco Funari, in libreria l'autobiografia postuma

Esce oggi, quasi a un anno di distanza dalla morte, l'autobiografia postuma di Gianfranco Funari, "Il potere in mutande - Il dito nell'occhio della tv italiana" con prefazione di Aldo Grasso. Il libro è stato scritto dal conduttore televisivo nel letto del reparto di terapia intensiva del San Raffaele di Milano.

In modo sorprendente, come amava fare lui, Funari si svela anche ora che non c'è più. Così nel libro si scopre perché lo showman aveva ritirato la sua candidatura a sindaco di Milano: "Ricevetti pressioni su chi avrei dovuto mettere in consiglio. E fui ricattato"; e la relazione con la moglie di un ministro: "Avevo un'amante. Era moglie di un ministro e amava scrivermi lettere d'amore. Durante la campagna elettorale trovai le fotocopie di tutte le lettere sul mio tavolo. Qualcuno mi stava chiedendo di togliermi di mezzo. Pagai un riscatto per avere gli originali".

In "Il potere in mutande" Funari ha raccontato la sua vita e le sue esperienze. Amore, amicizia, lavoro e, ovviamente, tanta tanta televisione, la sua grande passione. Telemontecarlo, la Rai, l'allora Fininvest. E i rapporti con la politica. Un libro ricco, nel quale Funari non si è risparmiato svelando tanti avvenimenti, esprimendo seri giudizi e qualche rammarico.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016