Excite

Gilberta Palleschi è morta, ritrovato il corpo. Fermato un muratore: ha confessato

  • Facebook

Gilberta Palleschi è morta, a quaranta giorni dalla sua scomparsa è stato ritrovato il suo corpo in una cava a Campoli Appenino in provincia di Frosinone. E’ stato fermato un muratore originario di Sora, l’uomo dopo essere stato interrogato ha confessato il delitto e sarebbe stato lui stesso ad indicare ai carabinieri il luogo. Alla base dell’omicidio della donna un tentativo di violenza sessuale, l’uomo, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe visto Gilberta mentre faceva jogging e da lì il tentativo di stupro.

Il corpo della donna, in avanzato stato di decomposizione, è stato trovato in un dirupo privo di indumenti. Il luogo dista solo pochi chilometri dal posto dove si erano perse le sue tracce. La polizia scientifica ha subito raggiunto Campoli Appennino per prelevare il corpo da una scarpata di circa cento metri per questo si sono fatti aiutare da un elicottero e da una squadra di speleologi fluviali.

Nella tarda mattina è stato convocato in caserma il fratello della donna per poter riconoscere i resti e procedere al test del dna e per essere certi che si tratta di Gilberta Palleschi si procederà anche con il riconoscimento genetico, motivo per cui i familiari hanno consegnato alcuni oggetti della donna. E’ un dolore immenso per la famiglia e per chi la conosceva ha dichiarato l’avvocato Massimo Contucci.

La professoressa d’inglese scomparsa il 1 novembre era molto stimata e conosciuta a Sora anche per il suo incarico regionale nell’Unicef. Da giorni la famiglia lanciava appelli e aveva anche offerto 20 mila euro per chi avesse fornito informazioni utili. Dopo la passeggiata in località San Martino a Braccostella si erano perse le sue tracce, solo oggi la donna è stata ritrovata ma morta. Ora il muratore fermato e il suo corpo potranno raccontare qualcosa in più su questa drammatica vicenda.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017