Excite

Gran Bretagna, in arrivo spot a favore dell'aborto e del profilattico

E' in aumento il numero delle giovani adolescenti inglesi che rimangono incinte e per fronteggiare questa emergenza il governo britannico ha deciso di avviare una campagnia pubblicitaria pro-aborto e pro-profilattico. Gli spot verranno trasmessi sia in televisione, sia alla radio. A rivelarlo i quotidiani The Independent e il Daily Mail.

La decisione di avviare una campagna pubblicitaria a favore dell'interruzione volontaria di gravidanza è già stata preceduta da altre iniziative, non senza polemiche. Il Consiglio regionale ha stabilito che a partire dallo scorso luglio in sei scuole nella contea dell'Oxfordshire sia consentito alle 11enni di richiedere la pillola del giorno dopo alla scuola che frequentano con un semplice sms, senza che i genitori vengano informati.

L'iniziativa, come si può immaginare, ha scatenato dure reazioni tra i sociologi e gli educatori. Secondo Norman Wells, esponente di una associazione che si occupa di rapporti tra la scuola e la famiglia (Fet), in questo modo si sta dando un messaggio sbagliato alle giovani; mentre secondo la sociologa Patricia Morgan è pericoloso escludere i genitori.

Chi ha dato vita all'iniziativa, invece, ha spiegato che il progetto è stato ampiamente valutato e che prevede eccezioni e garanzie. Le critiche, secondo i fautori del provvedimento, sono frutto di una cultura bacchettona. Hillary Pannack, della Ong "Straight Talking" che assiste le minorenni in caso di gravidanze indesiderate, ha spiegato: "Bisogna stare al passo con i tempi, qui la promiscuità non c'entra, si tratta solo di evitare il trauma dell'aborto a queste giovanissime".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016