Excite

Gran Bretagna, la provocazione shock. "Lasciamo estinguere il panda"

Il naturalista e conduttore di programmi sugli animali della Bbc, Chris Packham, ha lanciato un appello davvero singolare che ha scatenato la reazione degli animalisti. Secondo Packham bisogna fermare l'"accanimento terapeutico" sui panda e lasciarli estinguere.

Intervistato dalla rivista Radio Times il naturalista ha detto: "I soldi spesi per la conservazione di questa specie potrebbero essere impiegati meglio, i panda sono entrati volontariamente in un cul de sac evolutivo. Stacchiamo la spina. E' inutile continuare a farli riprodurre in cattività se poi l'habitat dove reinserirli non esiste più".

Come si legge sul quotidiano La Repubblica, quella di Packham, forse, non è solo una folle provocazione. Il panda, infatti, appartiene alla stessa famiglia degli orsi e dunque tecnicamente sarebbe onnivoro, ma da tempo la specie si è abituata a mangiare esclusivamente bambù. I panda, inoltre, raggiungono una maturità sessuale molto lentamente e le femmine sono fertili solo due giorni all'anno. Non solo. Quando poi l'accoppiamento riesce, solo una femmina su tre riesce a portare a termine la gravidanza. Al massimo nascono uno o due cuccioli e la madre ne alleva solo uno, abbandonando l'altro. La mortalità infantile, inoltre, è molto elevata.

Nonostante sia la stessa natura del panda e le sue abitudini ad ostacolarne la sopravvivenza, le parole del naturalista non sono affatto piaciute agli animalisti. Mark Wright, studioso di scienza della conservazione e consigliere del Wwf, ha detto: "Chris ha detto una cosa sciocca, da irresponsabile. I panda si sono perfettamente adattati al luogo dove vivono. Le montagne costituiscono il loro habitat e lì hanno a disposizione tutto il bambù che vogliono".

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016