Excite

Harnaam Kaur, la ragazza con la barba e i peli nel petto: “I bulli volevano che mi uccidessi”

  • Youtube

di Simone Rausi

Care lettrici state serene e la prossima volta che prenderete una lametta in mano imprecando contro il cielo per la lotta alla ricrescita pensateci due volte. Non ci sarebbe da fare troppa ironia sulla vicenda di Harnaam Kaur, 23enne del Berkshire, ma considerati lo spirito, la leggerezza e il coraggio con cui questa ragazza affronta la sua fisicità sembra quasi concesso riderci su. D’altronde un sorriso Harnaam lo strappa davvero e non potrebbe essere altrimenti se pensiamo a tutte le belle parole che la ragazza rivolge a se stessa, alla faccia di tutto a tutti.

Harnaam – così si legge sull’Huffington Post - soffre della sindrome dell’ovaio policistico, una patologia che le fa crescere una folta peluria su braccia, petto ma soprattutto faccia. Insomma, la Kaur è una ragazza con la barba. I primi peli sono cominciati a spuntare quando Harnaam aveva solo undici anni, poi con la pubertà tutto si è velocizzato e la giovane si è trovata a dover affrontare un vero dramma per una ragazzina alle prese con le prime relazioni coi coetanei.

Jacqui Beck, la ragazza senza vagina. Ecco la sua incredibile storia

Harnaam Kaur ha dovuto subire insulti e offese di ogni tipo e perfino minacce di morte da parte dei bulli. «Ora posso ridere di tutto questo - dice - , ma ai tempi stavo così male che ho iniziato con l’autolesionismo perchè mi faceva sentire meglio. Non volevo uscire fuori di casa, parlavo con le persone tenendo una mano sul viso e ho indossato vestiti da maschiaccio per coprire i peli sul petto e sulle braccia». Poi la svolta con l’avvicinamento allo Sikhismo, una religione che vieta di tagliare i peli del proprio corpo. «Mia mamma e mio papà non volevano che lo facessi, non credevano che avrei avuto una vita normale se avessi avuto la barba. Erano convinti che non sarei stata in grado di trovare un lavoro, ma volevo prendere le mie decisioni. Non ne potevo più di nascondermi e non sopportavo più il busllismo, l’autolesionismo e i pensieri suicidi».

Harnaam si taglia la barba solo una volta, poi decide di non ripetere più questo gesto in segno di rispetto verso se stessa. «Dio mi ha fatta così e sono contenta di ciò. Mi sento più femminile e più sexy, ho imparato ad amare me stessa per quella che sono: nulla mi può più turbare». E in effetti la ventitreenne del Berkshire oggi è una donna realizzata. Dice di sentirsi ancora osservata per strada e di come i commessi di alcuni negozi la scambino spesso per un uomo ma questo non sembra più importarle. «Ai bambini che mi chiedono perché ho la barba dico che ho un costume di Halloween». Insomma, un modo giocoso per vivere la vicenda con leggerezza e per riderci su. La storia di Harnaan deve servire da esempio a tutte quelle ragazze vittime di soprusi e offese per il loro aspetto fisico. «Per questo ho raccontato la mia storia su Youtube».

Ecco il video

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017