Excite

I precari del matrimonio: tutto annullato dopo sette anni

Ecco un'idea che in Italia, terra del precariato, potrebbe attecchire con successo. Il matrimonio a tempo. La proposta è stata avanzata in Germania da Gabriele Pauli, un membro del cattolicissimo partito bavarese CSU, del quale l'avvenente e originale politica (è rimasto famoso un suo servizio fotografico in guanti di latex) punta alla direzione.

La Pauli, cinquant'anni, due divorzi alle spalle e una figlia, è evidentemente un'esperta del tema "crisi di coppia". Sarà stata quindi funestata numerose volte dalla temibile "crisi del settimo anno", che come si sa colpisce immancabilmente le coppie sposate ma anche conviventi. La soluzione da lei proposta ha un che di geniale nella sua semplicità: dopo sette anni il matrimonio è automaticamente annullato, se i due coniugi vogliono rinnovarlo devono sposarsi di nuovo.

Ovviamente le critiche non si sono contate, in primis dall'interno del suo partito: per esempio il leader uscente Edmund Stoiber della CSU (dalla Pauli costretto a dimettersi per una storia di spionaggio della sua vita personale), ha dichiarato che "chi avanza certe richieste è cosi' contrario alle posizioni della CSU che dovrebbe cercare di entrare in un altro partito". E invece se ci si pensa bene la cosa non è così peregrina: basti pensare a tutte le seccature, le carte, i soldi, i litigi, il tempo necessari per un divorzio. Con il matrimonio a tempo ai coniugi in crisi tutto questo verrebbe risparmiato. Al contrario, che bella occasione per quelli che vanno ancora d'amore e d'accordo di celebrare di nuovo il loro amore!

Inutile sognare, in Italia (e anche in Germania) le cose resteranno così come sono, la granitica certezza dell'istituto matrimoniale non verrà toccata. Però si potrebbe provare con un'altra idea...A quando il matrimonio a progetto?

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016