Excite

Il caso di Debrahlee Lorenzana, licenziata dalla banca perché troppo sexy

Debrahlee Lorenzana ha 33 anni, è di origini portoricane, ha una figlia di 12 anni e fino a qualche tempo fa lavorava in una filiale di Manhattan della Citigroup. Adesso però Debrahlee è senza lavoro, è stata licenziata perché troppo bella, troppo sexy. La sua colpa? Far girare la testa ai colleghi.

La donna ha così deciso di fare causa all'azienda. Secondo Debrahlee sarebbe la sua bellezza il motivo del licenziamento, le sue capacità lavorative non c'entrerebbero affatto.

A quanto pare tutto ha avuto inizio quando alla donna è stato proibito di indossare determinati vestiti. Nulla di eccessivo, secondo quanto affermato dalla donna le sue colleghe vestivano in modo molto più provocante. Tra tutte però sarebbe stata presa di mira Debrahlee, per lei niente più gonne, pantaloni stretti e tacchi alti. 'Avrei potuto indossare un sacchetto di carta, e non avrebbe avuto importanza - ha affermato la donna - Se non era la mia camicia, erano i pantaloni. Se non erano i pantaloni, erano le scarpe'.

I datori di lavoro di Debrahlee hanno però spiegato che la ragione del licenziamento sarebbe legata agli scarsi risultati da lei raggiunti. Ma la donna è convinta che si sia trattato di una vera e propria 'discriminazione sessuale' e ha deciso di portare l'azienda davanti al giudice.

Foto: corriere.it

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017