Excite

Il cassonetto dei regali di mer*a: da Roma (Monteverde) alla rete, il fenomeno è virale

  • Facebook

di Simone Rausi

Lo scorso anno, il 27% degli italiani ha ricevuto un regalo non gradito. Anche voi fate parte di questa fetta importante della popolazione? Beh, se avete tante di quelle ciabatte che non sapete neanche come riciclare, se le sciarpe hanno invaso anche quest’anno la vostra casa, se dentro il vostro armadio ci sono cinquanta sfumature di pigiami in pile e se l’unico scritto che leggete è la bolletta dell’Enel (altro che nuovo libro di Fabio Volo) sappiate che da oggi c’è una soluzione a tutto questo: il cassonetto per i regali di mer*a.

Come riciclare i regali di Natale su ebay

L’indispensabile contenitore di pattume natalizio (mai più senza) ha fatto la sua comparsa a Roma, in zona Monteverde, e in particolare in via Valtellina. Gli abitanti che si sono svegliati questa mattina hanno quindi potuto ammirare il cassonetto con Babbo Natale, ghirlande e festoni natalizi proprio accanto a quelli dedicata alla carta, alla plastica e ai rifiuti organici. Manco a dirlo, il cassonetto per i regali di mer*a è finito in rete, e in particolare sui social, alla stessa velocità con cui Benedetta Parodi scrive libri. La prima foto è apparsa nel gruppo Facebook campanilista “Sei di Monteverde se…” dove è stato salutato con un certo orgoglio da parte degli abitanti della zona. Poi la foto si è spostata su Twitter, oltre ad essere stata condivisa decine e decine di volte.

Tantissimi i commenti ironici che il cassonetto natalizio ha provocato. Ma tra una risata e l’altra c’è anche chi esulta al grido di “finalmente qualcosa di utile”. Perché si ride e si scherza quanto si vuole ma questa cosa dei regali non graditi, da qualcuno, è presa piuttosto seriamente ed è un attimo che la situazione sfugge di mano. L’Aduc (un’associazione per i diritti dei consumatori), per dire, ha perfino prodotto un documento ufficiale per riciclare i regali di mer*a traendone persino degli utili. Ma la rete pullula di guide e vademecum su come affrontare l’annoso problema.

Quando il riciclaggio del regalo sporco diventa impossibile perché il dono risulta impossibile da piazzare, ha una dedica o – peggio – è persino offensivo o proviene da una persona che vogliamo dimenticare, beh, allora il cassonetto rimane la soluzione ultima. Gettatelo in fondo con un gesto liberatorio. E non fatevi ingannare dalla scocca felice e festosa: quel cassonetto è un ricettacolo di dolore e imprecazioni.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017