Excite

Il decalogo e il manuale di "Cosa Nostra"

Nella masseria in cui sono stati arrestati il boss Salvatore Lo Piccolo, probabile erede di Bernardo Provenzano, e il figlio Sandro, oltre ai pizzini, all'arsenale fatto di pistole, silenziatori e munizioni, ai sigari, al whisky e a un calcio balilla facevano bella mostra di se un decalogo e un "manuale" di cosa nostra e gli "strumenti per il giuramento di fedeltà alla mafia: un'immaginetta sacra con la formula rituale di affiliazione: "Giuro di essere fedele 'a cosa nostra' se dovessi tradire le mie carni devono bruciare, come brucia questa immagine".

Neanche i boss sono più quelli di una volta. Un tempo la prima regola dei criminali mafiosi era il silenzio, tutto si tramandava a memoria come ai tempi di Omero. Nessuno dei "grandi capi storici" di Cosa Nostra si sarebbe mai sognato, forse, di mettere per iscritto, a macchina, i particolari di una realtà che doveva risultare inesistente agli "esterni".

Commenti a parte ecco il decalogo di Lo Piccolo (trascrizione letterale, errori inclusi):

1.
"Non ci si puo' presentare da soli ad un altro amico nostro, se non è un terzo a farlo".

2.
"Non si guardano mogli di amici nostri".

3.
"Non si fanno comparati con gli sbirri".

4.
"Non si frequentano né taverne e né circoli".

5.
"Si ha il dovere in qualsiasi momento di essere disponibile a cosa nostra. Anche se ce la moglie che sta per partorire".

6.
"Si rispettano in maniera categorica gli appuntamenti".

7.
"Si ci deve portare rispetto alla moglie".

8.
"Quando si è chiamati a sapere qualcosa si dovrà dire la verità".

9.
"Non ci si puo' appropriare di soldi che sono di altri e di altre famiglie".

10.
"Chi ha un parente stretto nelle varie forze dell'ordine, chi ha tradimenti sentimentali in famiglia, e chi ha un comportamento pessimo e che non tiene ai valori morali".


Poi il "manuale":

Prima lezione: "Com'è composta la famiglia":
"Capo famiglia, sotto-capo, consigliere, capo decina, soldati".
Le due regole fondamentali:
1)"Il capo famiglia si elegge votando tutti i membri della famiglia. Così come per il consigliere".
2)"Il sotto capo viene chiamato dal capo famiglia. Così come pure il capo decina".

Seconda lezione: "Le funzioni di ogni componente":
1)"Il capo famiglia è colui che ci ha l'ultima parola".
2)"Il sotto capo fa le veci del capo famiglia in assenza del capo famiglia".
3)"Il consigliere ha il ruolo di tenere a tutti uniti in famiglia e di dare consigli per il bene della famiglia".
4)"I soldati sono i coloro che si occupano sotto direttive del capo decina per i far bisogni della famiglia".

Terza lezione:
"Il mandamento è una famiglia che ha una sedia nella commissione. E che è a capo di più famiglie".

Quarta lezione: "Com'è composta la commissione":
"La commissione viene composta da tutti i capi mandamenti. Dove poi si elegge il capo commissione. Più il sotto capo di commissione più il segretario. Che è colui che si occupa degli appuntamenti della commissione".

Quinta lezione: "Il ruolo della commissione":
"E' costituita per esserci un equilibrio nelle famiglie e in Cosa nostra. E per deliberare i fatti più delicati e le decisioni da prendere".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016