Excite

Il "lampione antistupro" presentato a "Light 2009"

In occasione di "Light 2009", evento organizzato dal CNR nell'ambito dell'iniziativa dell'Unione Europea "La notte dei ricercatori", quattro ex alunni del'Istituto tecnico industriale Galileo Galilei di Roma hanno presentato il "lampione antistupro". Si chiama Solar Video Surveillance (SVS) ed è un lampione alimentato a energia solare, dotato di web cam collegabile a una centrale di polizia.

Il prototipo è stato realizzato da Claudia Vitale, Edoardo Gatta, Davide Di Bello e Jakus Kubisztal. Come si legge sulla cronaca di Roma del quotidiano Il Corriere della Sera, Claudia Vitale ha spiegato: "La lampada viene alimentata da un pannello solare ed è dotata di batteria che conserva l'energia assorbita di giorno dal pannello per far funzionare il lampione di notte; poi ha una telecamera collegabile alla centrale di polizia". Il professore di laboratorio di energie alternative che ha seguito i ragazzi, Giuseppe Sciscione, ha aggiunto: "L'idea sarebbe di utilizzare questi lampioni nelle zone a rischio realizzando un progetto col Comune di Roma, per un costo di circa 2.500 3mila euro a installazione, per la videosorveglianza di parchi, ma anche di garage e altri luoghi pericolosi".

L'iniziativa "La notte dei ricercatori" è promossa in contemporanea in oltre 200 città e il suo scopo è promuovere l'interesse e la passione dei giovani per la scienza. A Roma la manifestazione si svolge al Museo Pigorini e al Planetario e ha come temi principali "terra, fuoco, aria e acqua".

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016