Excite

Il lavoro ti stressa? Prega che ti passa

Per un vero credente, si sa, Dio pervade ogni cosa e ogni aspetto della vita. Cosa potrebbe dunque esserci di più appropriato dell'affrontare il lavoro quotidiano con la preghiera sulle labbra?
La Chiesa Anglicana - differenziandosi positivamente in questo dalla più seriosa e nostrana Chiesa Cattolica - è venuta in soccorso ai suoi fedeli, pubblicando un libro di preghiere per ogni occasione lavorativa, da quando la mattina ci si alza pensando "ommiodio, un altro giorno inizia", fino all'agognata ora del ritorno a casa.

Inevitabilmente leggendo le preghiere contenute nel prezioso libretto si ha la viva immagine di un Fantozzi made in uk che stressato, angariato, sull'orlo di una crisi di nervi, un attimo prima di strillare in faccia al suo capo una maledizione stile Alex Drastico o di dare fuoco a tutta la mostruosa pila di carte sulla sua scrivania fa un respiro profondo, eleva gli occhi al cielo e si rivolge mentalmente al Signore, pregando che mandi finalmente un fulmine a incenerire...Non sia mai! Pregando di dargli la forza per accettare serenamente l'ennesima ordalia lavorativa.

Ecco allora la preghiera del webmaster, che invoca lo Spirito Santo affinchè plachi il suo cuore (è ovvio, il capo ha di nuovo cambiato idea e vuole la milionesima modifica al sito, ovviamente per ieri) o la muta domanda dell'editor che, in piedi di fronte alla sua scrivania, contemplando gli strumenti della sua oppressione (lo schermo del pc, il telefono, la pila di scartoffie) si domanda "Potrebbe essere un luogo santo questo schermo? Questo telefono, salirà al cielo come incenso? Potrebbe questa montagna di carte essere consumata dal sacro fuoco come un sacrificio?" Alla fine con un sospiro si siede, accende il computer, inserisce la password (che ormai ha raggiunto complessità inimmaginabili, non a caso paragonate nella Preghiera del Login all'infinita complessità di Dio, inizio e fine di ogni cosa) e inizia a lavorare.

Per i poveri laici, privati dell'immenso conforto della preghiera, non resta che stamparsi la raccolta delle leggi di Murphy sulla gerarchiologia, in effetti sorprendentemente simili come ispirazione di fondo, e portar pazienza pensando che "L'organizzazione di ogni burocrazia e' molto simile a una cloaca: i pezzi piu' grossi emergono sempre" (Legge di Imhoff) o che (Assioma di Vail)
"In ogni impresa umana, il lavoro cerca sempre il livello gerarchico piu' basso". E di fronte a tali leggi universali, l'unica è portar pazienza e andare avanti. Ogni ribellione è futile.


magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016