Excite

Il pirata della Nomentana: è omicidio colposo

Stefano Lucidi, il pirata della strada che il 22 maggio scorso ha investito ed ucciso una coppia di fidanzati, Flaminia Giordani e Alessio Giuliani, a bordo di un motorino sulla Nomentana, a Roma, resterà rinchiuso nel penitenziario di Regina Coeli con l'accusa di omicidio colposo aggravato dalla previsione dell'evento.

Le immagini delle vittime

Le immagini dell'incidente e della cattura di Lucidi

Lo ha deciso il giudice dell'indagine preliminare Roberta Palmisano che ha convalidato il fermo proposto dalla Procura per omissione di soccorso ma modificando, tuttavia, l'accusa nei confronti dell'indagato. Non è stata quindi convalidata la prima ipotesi accusatoria che era quella di omicidio volontario contestata dal pubblico ministero Carlo Lasperanza.

L'ipotesi formulata in un primo momento era che il comportamento di Lucidi, alla guida senza patente, che passò con il rosso a velocità elevata e fuggì senza prestare soccorso, era stata equiparata ad una volontarietà omicida. Lucidi, nel corso del lungo colloquio con il giudice Palmisano, ha ribadito la versione dei fatti così come aveva dichiarato subito dopo l'incidente agli investigatori che lo avevano arrestato.

A difendere il pirata della Nomentana non sarebbero solo i suoi avvocati ma anche la compagna Valentina Giordano che era in macchina con lui durante l'incidente e che proprio la sera della tragedia racconta di un forte litigio in cui Lucidi l'avrebbe picchiata e nonostante questo dice: "Stefano, ti amo da morire, non sei un mostro, ho solo raccontato la verità. Ti aspetto, qualunque sia il verdetto del giudice".

Riguardo all'incidente Valentina racconta: "Dopo lo schianto Stefano ha urlato: Vale, oddio, li ho ammazzati. Ma era completamente impanicato, insomma nel panico". Poi siamo arrivati a casa. Era mezzanotte e lui ripeteva “Ho sfasciato la macchina di papà". Capite? Non si rendeva conto della tragedia, come un bambino temeva solo la reazione del padre".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016